Le mie letture estive
Le mie letture estive: diamo dei voti ai libri letti quest'estate!
15-08-2021 • Nerd • di Sofia A
Ciao a tutti amici nerd e non nerd! Quest'estate i miei prof hanno deciso che dovevo leggere molto, perciò mi hanno assegnato dodici libri. No, non avete letto male, sono proprio dodici. Per vendicarmi ho deciso di fare delle recensioni brutalmente oneste di ogni libro, dandogli voti da 0 a 5. Per una volta sarò io la prof!

LA METÀ EVANESCENTE di BRIT BENNETT 5/5

Questo è il libro più bello che abbia letto in tutta l'estate. Parla di due gemelle nere, ma con la pelle molto chiara. Un giorno scappano di casa e Stella finge di essere bianca, mentre Desiree sposa un uomo con la pelle molto scura e ha una figlia. Un giorno la figlia di Desiree incontra Stella e... be', dovrete leggere per scoprirlo! Libro meraviglioso, anche se la fine é un po' random.

IL BUIO OLTRE LA SIEPE di HARPER LEE 3.5/5

Questo é un classico, dove un avvocato assiste un uomo nero accusato di aver violentato una donna bianca. In realtà non mi aspettavo che la storia fosse raccontata dalla figlia dell'avvocato, il che l'ha reso un po' strano. La prima metà è noiosa, ma poi migliora.
SALUTO ALLE ARMI di ERNEST HEMINGWAY 3/5

Questo racconta la storia di un conducente di ambulanze americano che lavora al fronte italiano durante la guerra. Noioso e lento per la prima metà, mentre la seconda parte è molto più veloce.

CENT'ANNI DI SOLITUDINE di GABRIEL GARCÍA MÁRQUEZ 0.5/5

Bleah. Ho odiato questo libro con tutto il cuore. Racconta la storia delle varie generazioni della famiglia Buendía, ma lo fa seguendo un personaggio per un po' finché non fa qualcosa di strano o muore, poi ne segue un altro finché non fa qualcosa di strano o muore. Stancante.

LA METAMORFOSI di FRANZ KAFKA 2/5

Un uomo di mezza età si sveglia un giorno trasformato in scarafaggio. Deprimente, ma almeno è un libro corto.

L'AMICO RITROVATO di FRED UHLMAN 2/5

Un bambino ebreo fa amicizia con un bambino di una famiglia di nazisti, poi arriva la seconda guerra mondiale. Ancora deprimente, ma almeno é corto.
LA PSICOPATOLOGIA DELLA VITA QUOTIDIANA di SIGMUND FREUD 1/5

Questo diceva delle cose interessanti. Nelle prime dieci pagine. Il resto sono solo esempi e piccole variazioni dello stesso problema, ovvero dire un'altra parola al posto di quella che si voleva dire.

10 NOVELLE di LUIGI PIRANDELLO 2/5

Ho dovuto leggere 10 novelle a scelta di Pirandello. Non posso recensirle tutte, ma diciamo solo che avevano lo stile di Pirandello, quindi erano piuttosto strane. Ogni finale mi ha confusa.

NOVELLE di GIOVANNI VERGA 2.5/5

Stessa cosa di Pirandello, ma quelle di Verga parlavano di contadini che a volte si innamorano. Meglio di Pirandello solo perché le ho capite di più.

Okay, sono davvero tanti libri, perciò è il momento di andare avanti veloci; ecco delle recensioni di una sola parola!
LA GENEALOGIA DELLA MORALE di FRIEDRICH NIETZSCHE 1/5

Noioso.

STORIE BREVI di CINZIA MEDAGLIA 4/5

Carino.

IL PIACERE di GABRIELE D'ANNUNZIO 1.5/5

Stancante.

E questo è tutto gente! Alla prossimaaa.