Con il Covid gli adolescenti sono più arrabbiati
30-03-2021 • Detective • di Redazione
A Radioimmagiaria questa settimana stiamo cercando di capire come se la passano gli adolescenti durante il Covid. Probabilmente avrete sentito un po' di tempo fa alcune storie di gruppi di adolescenti che si davano appuntamento in piazza per partecipare a risse e picchiarsi. Per capirne di più allora attraverso un sondaggio online abbiamo chiesto a 200 adolescenti in che modo il secondo lockdown ha influito sul loro comportamento.

Insomma, se già prima eravamo sempre arrabbiati e scontrosi, stare chiusi in casa ha peggiorato ancora di più questo nostro comportamento. Infatti il 55% degli adolescenti pensa che il secondo lockdown abbia fatto crescere in loro sentimenti di "rabbia" e "tensione". Il motivo di questa situazione secondo il 55% degli intervistati sarebbe l'aver perso la voglia di fare qualsiasi cosa, il 24% dice di sentirsi privato della propria libertà mentre il 14% soffre perchè non può vedere i propri amici.
Alcuni ragazzi ci hanno parlato anche di queste famose risse in giro per le città, Sofia di Ravenna per esempio ci ha detto che nell'ultimo periodo nella sua città ha notato tantissima violenza e che con tutte le risse che ci sono state sembrava di vivere in un vero e proprio campo di guerra. Per cercare un spiegazione più scientifica abbiamo chiesto un parere a Paolo Grampa, uno psicologo e psicoterapeuta a cui noi di Radioimmaginaria vogliamo moltissimo bene.

Secondo lui "Questo periodo sta influendo in maniera negativa sugli adolescenti perché gli esseri umani non sono fatti per le restrizioni eccessive. Sono fatti per essere responsabilmente liberi, vivere rinchiusi e obbligati a rispettare norme stringenti aumenta la pressione".

Sappiamo che ormai non ne potete più ma ora non è assolutamente il momento di mollare. In ogni caso se avete voglia di sfogarvi noi siamo qui! Potete scriverci qualsiasi cosa a [email protected] Ci sentiamo alla prossima! Ciaoooo