Grammys 2021: red carpet, flop e record
17-03-2021 • Pop • di Viola B
Bella regaz! Sono Viola e bentornati o benvenuti sul sito di Radioimmaginaria!

La sera tarda di domenica 14 Marzo 2021, ero tranquillamente nella mia camera e per caso ho aperto gli hashtag in tendenza su Twitter in quel momento. E da lì ho visto una sfilza di nomi: Grammys, Grammy2021, Nominations, Harry Styles, BTS, YOU CAN DO IT HARRY... e così via. Già dai primi due hashtag ho capito che l'evento dei Grammy mi era totalmente sfuggito. L'anno scorso ero riuscita a vederlo tutta la notte, ma quest'anno (che tra l'altro è stato posticipato pure causa pandemia) non ne avevo sentito parlare e quindi non mi ero neanche informata a riguardo. Ma fortunatamente Twitter mi salva sempre.
Visto che il giorno dopo avrei dovuto avere lezioni online alle 8:30 e che le varie esibizioni con le premiazioni sarebbero cominciate all'una di notte italiana, ho deciso di informarmi nei giorni seguenti ed eccomi qui per parlare di questa serata (da come avete letto dal titolo) piena di red carpet, flop e record.


La serata si è aperta appunto con una sorta di red carpet virtuale, molto ristretto e con gli artisti in collegamento da Los Angeles: infatti le esibizioni sarebbero state metà live a Los Angeles e metà pre-registrate. Coloro che erano "in presenza" fortunatamente avevano la mascherina, e pure abbinata ai vestiti! A criticare gli outfit mi sono sempre divertita e quest'anno non è stato da meno, anche se molti artisti hanno sfoggiato dei look veramente fighi.

Taylor Swift, per esempio, aveva un vestito corto con tantissimi fiori e una mascherina abbinata. E durante la sua esibizione che ha aperto la premiazione, Harry Styles ha sfoggiato un completo di pelle con delle sciarpette boa che davano la nota distintiva di Harry al suo look.
Prima di parlare di tutte le esibizioni, record e cose annesse, parliamo di un grande flop: ho scoperto che quest'anno gli ascolti dei Grammy sono stati bassissimi, rispetto alla media: il record di ascolti è stato nel 1984 con quasi 53 milioni di spettatori, negli ultimi 10 anni il picco più alto è stato nel 2012 con 40 milioni, ma purtroppo quest'anno a malapena sono arrivati alla doppia cifra, cioè a malapena 10 milioni di spettatori. Sinceramente non me lo sarei aspettato, beh, stando sempre in casa si poteva ad arrivare a numeri più alti, purtroppo, ma sono un po' di anni che i Grammy non hanno una buonissima reputazione. Ma di questo ne parleremo più tardi. ;)

Ed eccoci alle premiazioni! Partirei subito con l'elogiare i Grammy al femminile di quest'anno, perché quasi metà dei premi sono stati vinti da donne, tra le quali Beyoncé, che grazie ai premi vinti in questa edizione in tutto ha ben 28 grammy in casa. Ed è la donna che ha ricevuto più grammy nella storia delle premiazioni. Un record non da niente, e soprattutto per Beyoncé! (Fun fact: pure sua figlia ha vinto un grammy.)
Per gli altri premi vinti dal mondo femminile abbiamo:

- Taylor Swift che con il suo album Folklore vince la categoria "Disco Dell'anno", emozionandosi e cominciando a tirare parolacce ed impazzire, un po' come ha fatto Victoria dei Maneskin sul palco dell'Ariston. Ma vabbè, quello è un altro discorso.
- Billie Eilish, che si aggiudica "Registrazione dell'anno", per la seconda volta di fila, con Everything I Wanted e anche "Miglior canzone per mezzo visivo" con No time to Die (la canzone fatta per l'omonimo film di 007), dopo l'anno scorso dove ha guadagnato addirittura 5 grammys. Anche per lei, contando che è praticamente una mia coetanea, non l'è andata affatto male.
- Lady Gaga e Ariana Grande, il duo dell'anno, che appunto hanno vinto "Migliore performance duo/di un gruppo" con la famosissima Rain On Me. Sinceramente? Me l'aspettavo! Con tutto l'hype ricevuto forse forse i BTS potevano superarle (la sconfitta dei BTS ha creato un polverone su Twitter che neanche vi sto a spiegare, va'). Ma hanno vinto lo stesso, con i loro outfit super futuristici.

- Dua Lipa con Future Nostalgia vince "Miglior album pop". con questa vittoria sono stata felicissima; non ascolto troppo il pop commerciale come la maggior parte delle nomination che c'erano quest'anno, ma penso che Levitating sia stata una delle canzoni più belle che io abbia sentito in radio. Mi è entrata in testa, mi ha fatta ballare e, anche se non è il mio genere, su Spotify l'ho ascoltata veramente tante volte, non lo nascondo. Dovrei riascoltarmi bene l'album intero, ma per Levitating e gli altri brani dell'album più conosciuti posso dire che sono molto soddisfatta. Brava Dua!
- H.E.R., vittoria aggiudicata per "Miglior brano dell'anno" con I Can't Breathe, con tema centrale la lotta per il Black Lives Matter. Sinceramente non la conoscevo, ma grazie al premio sono andata ad ascoltarla e oltre ad avere un significato chiaramente molto importante e attuale, la canzone è veramente strutturata bene. Un mood soul e molto R&B, con anche una parte rap che sembra quasi un discorso fatto alla nazione. Non posso dire altro che chapeau.

- Megan Thee Stallion come "Miglior nuovo artista". La rapper, dopo il remix con la regina dei record vista prima Beyoncé e la famosissima WAP con Cardi B, anche questa vittoria era prevedibile. Ma penso che sia molto promettente come nuova rapper della scena americana e non sarà l'ultimo premio che riceverà.
Oltre a queste categorie, altre da ricordare sono:
- "Miglior performance pop solista" vinta dal solo e unico Harry Styles con Watermelon Sugar (hiiigh!)
- "Miglior album R&B" per Thundercat con l'album It is what it is
- "Miglior performance rap" per Anderson .Paak con Lockdown
- "Miglior brano dance" vinta da KAAYTRADA, con il brano 10% featuring Kali Uchis. Consiglio del giorno: ascoltate questa canzone. Dopo averla trovata tra i vincitori, mi sono accorta che l'avevo già ascoltata e che mi era sfuggita tra qualche playlist. Uno dei brani migliori tra i vincitori. Dico solo questo.
E anche se ho lasciato fuori veramente tante categorie, i grammy finiscono qui. Tra la felicità di molti, tra cui The Weeknd. Beh, perché? Il suo album AfterHours, che secondo molti è stato il lavoro più bello uscito nell'ultimo anno, è stato totalmente escluso dalle premiazioni con il disaccordo dell'artista stesso e di tantissimi fan. Come vi avevo anticipato all'inizio dell'articolo, sono un paio d'anni che molti brani e album vengono lasciati fuori dai Grammys e che molti artisti che "se lo meritano" non vincono niente. Per farvi capire, questa è una piccola lista di artisti che non hanno mai vinto un singolo grammy, malgrado le varie nomination ricevute: Katy Perry, Snoop Dogg, Nicki Minaj, i Queen, Miley Cyrus, Bob Marley, Sia, 2Pac e la lista potrebbe continuare per molto. Se i Grammy distribuisca i premi bene, beh, questa è un'opinione che sta a voi prendere. Posso dire che certi premi li avrei dati ad altre persone, ecco.

Vabbè, e con questo i grammy sono veramente finiti. Speriamo che il 2022 porti un edizione dei Grammy con un bel red carpet e un po' più di ascolti. Voi naturalmente scrivetemi su [email protected] se avete visto le premiazioni e quali sono stati i vostri vincitori! Bella regaz, alla prossima!

Illustrazioni di Gabriela