La mia playlist dal 1960 al 2010
Una canzone per ogni decennio
10-02-2021 • Pop • di Viola B
Bella regaz! Sono Viola e benvenuti sul sito di Radioimmaginaria! Qualche giorno fa, per prendermi una pausa dallo studio che nell'ultimo periodo mi sta assalendo, stavo guardando qualche video a caso nella mia home di YouTube. Mi sono imbattuta in una ragazza americana di nome Lauren Brodauf dove, facendo balletti molto strani e con vestiti e green screen divertenti e presi a caso, ballava sulle sue canzoni preferite di ogni decennio, dal 1960 al 2010.
E lì mi è venuta un'idea: perché non elencare le MIE canzoni preferite? Per questioni tecniche, vi dirò solo una delle mie tante canzoni preferite da ogni decennio ma naturalmente vi farò le menzioni d'onore perché sceglierne solo una da certi anni è veramente impossibile. Ah, se non l'aveste capito, purtroppo non vi farò balletti strani e non vedrete outfit da paura da hippie degli anni '60, come invece ha fatto Lauren. Peccato.


Anni '60
The Velvet Underground & Nico - Sunday Morning

Cominciamo con un pezzo che, sinceramente, ho scoperto recentemente. Dal primo album registrato de The Velvet Underground (band americana) con la cantante tedesca Nico, uscito a marzo del 1967 (pure vicino al mio compleanno, 10 punti in più). Con la copertina iconica della banana disegnata da Andy Warhol, è sicuramente uno degli album che ha più influenzato il rock che verrà dopo, tra sottogeneri come il punk e la new wave, oltre ad introdurre esplicitamente per la prima volta nella scena testi riguardanti stupefacenti e vite oltre il limite. Fa parte della top 15 degli album migliori di tutti i tempi dalla rivista inglese The Times. E potrei andare avanti per ore elencando tutti i riconoscimenti che 'sto album s'è preso. Insomma, avete capito la sua importanza.

Sentendo tutte queste onorificenze riguardo questo lavoro, l'ho ascoltato e ho capito perché veniva così acclamato. E in questo articolo, come la mia canzone preferita degli anni '60, ho scelto la più famosa da questo album: Sunday Morning. Parla di come ci si senta la domenica mattina, dopo un sabato sera dove ti sei dato alla pazza gioia festeggiando come un matto. E questa canzone mi dà subito l'idea di un'alba leggera e calda che acceca un po', mentre tu non hai dormito da quasi un giorno intero e quando il silenzio della domenica mattina ti dà già nostalgia del weekend, neanche finito. Una ninna nanna che mi fa stare bene con ciò che mi sta intorno.
Menzioni d'onore:
The Beatles - Here Comes the Sun
Cream - Sunshine of your love
The Beach Boys - Good vibrations


Anni '70
Elton John - Honky Cat

E dopo un momento di poesia, arrivano gli anni '70. Non i miei preferiti, ma naturalmente belli a loro modo. E qui vado sul sicuro: come canzone scelgo Honky Cat di Elton John (1972). Dopo aver visto il musical incentrato sulla sua vita, Rocketman, è stata la canzone che mi è rimasta più in testa e che quando canto, immagino una scena simile a quella del musical dove Elton fa vedere tutti i suoi eccessi e vizi, ma con me protagonista. È l'apoteosi della canzone che ti fa sentire la protagonista di un film mentre tu balli per la strada. Nel testo si parla della voglia di cambiare, di andare via dal paesino piccolo e chiuso di mente per diventare libero e esprimere se stessi al meglio.
Menzioni d'onore:
The Cure - Boys Don't Cry
Talking Heads - Psycho Killer
Iggy Pop - The Passenger

Anni '80
Stevie Nicks - Edge of Seventeen

Si passa al decennio più colorato e pop di questa lista. Scoprendo cosa sono stati gli anni '80 per la maggior parte guardando Stranger Things, le canzoni che mi sono rimaste in testa rimuginando una nostalgia degli scaldamuscoli fluo che non ho mai indossato nella mia vita sono state tante. Ma quella che mi piace di più è Edge of Seventeen di Stevie Nicks. L'ho scoperta guardando School of Rock e fin da piccola mi ha fatta sentire come se cantassi su un palco JUST LIKE A WHITE WINGED DOOOOVEEE e tutt'ora ho questo scenario in testa. Sì, mi faccio molti scenari strani nella mia testa in base alle canzoni (e chi non lo fa?). Ma con il riff di chitarra iconica e la voce super potente di Stevie, anche nella vostra testa vi sentirete sul tetto del mondo.
Menzioni d'onore:
The Clash - Rock the Casbah
New Order - Blue Monday
Orchestral Manoeuvres in the Dark - Enola Gay


Anni '90
Blur - Girls and Boys

ECCOCI! Il mio decennio preferito. Con la moda di questi tempi di vestirsi come facevano gli skater negli anni '90, questa è la mia parte preferita. Avevo varie canzoni da scegliere, ma dovevo per forza metterne una dei Blur. Quindi se mi chiederete mai "Blur o Oasis?", non vi farò terminare la frase che sarò con una cassa a sparare a palla questa canzone, per rispondere al vostro quesito. Girls and Boys è stata una delle mie canzoni preferite fin da piccola: il video caotico, dove il green screen ti fa quasi girare la testa, la melodia del basso e il ritornello che ti entra in testa mi hanno colpita da sempre e che me la fanno cantare tutt'ora. Poi resta il significato che ho capito solo pochi anni fa: l'eccesso e la libertà sessuale, dopo che Damon Albarn (il cantante) è tornato da una vacanza in Spagna. E i dettagli sulla vacanza li lascio volentieri in un alone di mistero.
Menzioni d'onore:
Blur - Charmless Man (ero indecisa, scusate)
De La Soul - Me Myself & I
The Pharcyde - Passin' Me By

Anni 2000
Daft Punk - Digital Love

Il 2000 è arrivato. Nuovo millennio, nuova moda e nuova musica. L'unico decennio che ho vissuto per quel poco. La canzone che sicuramente associo a questi anni è Digital Love dei Daft Punk. Pure questa scoperta mentre ero sul seggiolino in auto con i miei genitori, mentre mio padre passava le canzoni nuove che aveva messo sul MP3. Ho un ricordo molto nitido di quando ascoltai le prime volte questa canzone: avrò avuto circa 8 anni, o giù di lì. Guardavo fuori dal finestrino e vedevo solo la nebbia della Pianura Padana, probabilmente stavamo andando da mia nonna dove la nebbia era più fitta rispetto a Bologna. Questa canzone passava e qualche giorno prima cercai la traduzione per capire cosa dicesse, visto che l'inglese non lo masticavo benissimo. Vabbè, fatto sta che mi metto a piangere. Non disperatamente, ma mi emoziono. I miei si girano e cerca di consolarmi, non capendo la situazione. Non sapevo neanche io bene il perché, ma dalle ricerche avevo capito che il testo parlava di un ragazzo che ballava nei suoi sogni insieme alla ragazza che amava ma che non era riuscito a vederla veramente, perché era tutto un sogno. E lì boh, questa storia mi faceva una tristezza assurda ma il ritmo della canzone mi piaceva moltissimo. Ero già poetica e romanticamente sensibile a 8 anni, pensate un po'.
Menzioni d'onore:
Vampire Weekend - A-Punk
DARE - Gorillaz
OutKast - Hey Ya!


Anni 2010
Cosmo - L'ultima festa

That's my sh*t right there! Questa volta posso veramente fare una bella analisi della musica che ho vissuto a pieno. Tra i tanti generi che ho ascoltato e le tante canzoni che mi sono rimaste in testa, forse sarà quella più bella ma anche la parte più difficile. Ho una lista infinita di canzoni e sceglierne una migliore delle altre e solo altre tre per le menzioni d'onore non è assolutamente facile. Però sicuramente una canzone mi ha lasciato qualcosa in più rispetto alle altre, ed è assolutamente L'ultima Festa di Cosmo. Ho avuto la fortuna di sentirla live e vi posso assicurare che se mettete questa canzone con me nella stanza, beh, buona fortuna. Potrei ballare, piangere, ridere, saltare, scatenarmi, insomma, questo brano mi fa provare così tante cose che faccio fatica a descriverlo. Il video con la Battaglia delle Arance a Ivrea rende il tutto molto libero e pieno di festa.
Menzioni d'onore:
Coez ft. Gemello - Taciturnal
Tame Impala - Why Won't They Talk to Me?
Calvin Harris - Slide ft. Frank Ocean & Migos


E questa era la mia playlist per circa 6 decenni. Wow. Naturalmente queste sono solo poche delle mie canzoni preferite, soprattutto negli anni 2010. Da come avete capito, non è stata una scelta facile. Voi naturalmente scrivetemi a [email protected] se condividete parte della mia playlist e soprattutto quali sono le vostre canzoni preferite per ogni anno! Ciao regaz, alla prossimaaa!

Illustrazioni di Gabriela