L'uguaglianza nei fumetti
04-01-2021 • Nerd • di Sofia A
Tutti conosciamo i supereroi iconici: Superman, Batman, Captain America, Iron man, Thor e Spider-man. Che cos'hanno in comune? Sono tutti uomini bianchi.

Frenate i cavalli gente. So già cosa state dicendo, o urlando: "Non è vero, due di loro sono alieni e Peter Parker è ebreo!"

Sì, okay, gli alieni sono praticamente uomini bianchi con i superpoteri e Spidey, be', lui è l'unica goccia di rappresentazione che ci danno questi supereroi iconici.

Ma probabilmente vi starete chiedendo perché continuo a chiamarli supereroi iconici. Be', loro sono i primi supereroi ad essere stati creati e a diventare famosi, ma non rappresentano per niente il mondo in cui sono nati.

Pensate al primo film degli Avengers. Sei supereroi, cinque uomini bianchi eterosessuali (anche se la parte dell'eterosessualità è discutibile, ma non è mai stato detto il contrario) e una donna bianca eterosessuale (okay, russa, ma sempre bianca).
Okay, contiamo anche Maria Hill e Nick Fury. Adesso abbiamo due donne e sei uomini, con un personaggio nero. L'apice della rappresentazione, vero? (sono sarcastica).

Sentite, non ho niente contro gli uomini bianchi. Ma so a cosa servono i supereroi. Loro esistono per dare speranza a noi persone normali, facendoci sentire come se potessimo essere potenti quanto loro. Dovremmo riuscire a ritrovarci in loro in ogni aspetto (tranne quello dei superpoteri, ovviamente).

Affrontano mille difficoltà, ma alla fine se la cavano sempre. Questo ci dice che non importa quanto stiamo male, non importa quante difficoltà dovremo affrontare, riusciremo sempre a farcela. I supereroi sono un simbolo di speranza.

Non so voi, ma non riesco esattamente a ritrovarmi in Batman. Non è che mi assomigli molto. Ma sapete in chi riesco a ritrovarmi? In Barbara Gordon, alias Batgirl. In Carol Danvers, alias Captain Marvel. E in Spider-Gwen (o Ghost Spider), alias Gwen Stacy.

Donne che sono supereroi. Loro mi danno speranza. Ed è di questo che il mondo ha bisogno.
E, per fortuna, il mondo sta cambiando per il meglio, sotto questo punto di vista. I nuovi supereroi che abbiamo riflettono il mondo in cui viviamo e danno speranza a tutti.

Non sto dicendo che non potete ritrovarvi in Batman, o che siete delle persone terribili perché vi ritrovate in lui o in qualsiasi altro supereroe maschio, bianco ed eterosessuale. Sto solo dicendo che il nostro mondo non è così.

Se state leggendo questo articolo in un luogo pubblico (e, in questo caso, spero che stiate rispettando le norme di sicurezza), alzate la testa e guardate le persone intorno a voi.

Sono tutti uomini bianchi? Probabilmente no. Perché? Perché il mondo è vario e bellissimo. Noi umani siamo tutti diversi ed è fantastico. Diversi colori della pelle, diversi generi, diversi colori di occhi e capelli, diversi orientamenti sessuali, diverse forme e taglie.

Siamo tutti validi e forti. Tutti noi meritiamo di sentirci potenti. Tutti noi meritiamo di sentirci forti. Tutti noi meritiamo di essere rappresentati nei fumetti.

Tutti noi meritiamo la speranza.