La borsa delle emergenze
03-01-2021 • Nerd • di Sofia A
Ciao, sono Sofia e sono una persona molto organizzata.

Sono anche un'aspirante spia e perciò devo sempre essere pronta a tutto. Qualcosa per cui sto cercando di essere pronta é un'emergenza, come dover scappare di casa perché delle spie nemiche vogliono rapirmi per sottrarmi delle informazioni top secret.

Avete presente quei momenti nei film in cui si vede la protagonista (che é una spia o un agente segreto) scappare, prendere uno zaino da un nascondiglio in casa sua (di solito é sotto alle assi del pavimento, devo provarci in camera mia), uno zaino dove tiene tutte le cose necessarie per sopravvivere fuori di casa mentre si é inseguiti da dei criminali che vogliono ucciderti. Divertente!

Questo é esattamente quello che voglio fare con la mia borsa delle emergenze, qualcosa che posso afferrare in modo drammatico un istante prima di scappare dalla mia casa, che esploderà alle mie spalle. Okay, spero che non succederà mai, perché é molto pericoloso e spaventoso. Ma é anche un sacco figo!

Comunque, se anche voi volete avere una borsa delle emergenze, vi dirò cosa tengo nella mia, per darvi qualche idea.
Ho una mascherina di riserva, un paio di mutande (che non mostrerò perché, sapete, privacy), una specie di burro cacao che non funziona, un burro cacao che funziona davvero, una penna normale, una penna con una lucina che ho rubato *ehm* preso in prestito da un hotel e un paio di forbici che sembra una penna.

In questo modo potrò scrivere un messaggio in codice a un'altra spia o lasciare un biglietto sarcastico nel nascondiglio di un criminale. Quante possibilità!
Ho anche alcuni prodotti igienici, tipo assorbenti, alcuni mini shampoo nel caso in cui dovessi lavarmi i capelli per una missione sotto copertura, delle medicine, elastici per capelli di vari colori, alcune forcine e qualche moneta (erano di più, ma le ho spese).

Sapete, ogni spia ha bisogno di un po' di monetine per comprare qualche snack alle macchinette dell'aeroporto mentre aspetta un aereo per una missione internazionale.
Poi ho dei "veri" soldi (okay, non é molto, ma é difficile risparmiare per diventare una spia mentre si é un'adolescente a tempo pieno), alcuni cerotti nel caso in cui mi faccia male, stuzzicadenti e spille da balia nel caso venissi promossa di grado, ma non trovassimo una spilla con cui attaccare il distintivo alla mia uniforme.

Anche dello zucchero che ho rubato *ehm* preso in prestito da uno Starbucks in Spagna. Ovviamente ero lì per una missione e decisamente non per una vacanza con la mia famiglia.

Poi, ultimo ma non meno importante, ho uno specchietto portatile, per controllare il trucco e se c'è qualcuno alle mie spalle pronto ad attaccarmi, sapete, come al solito.

E questo è tutto gente!

Ora andate, miei aspiranti spie, andate a preparare la vostra borsa delle emergenze!

Foto di Sofia