Gli adolescenti e la mascherina
Ecco come si fa a comunicare a distanza
14-11-2020 • Detective • di Redazione
Ormai il Covid è diventato parte integrante della nostra vita. Avete presente quei momenti in cui potevamo andare in giro senza mascherina? In cui tutti eravamo vicini e ci si poteva abbracciare? In cui salire in autobus non faceva più paura di un'interrogazione di storia? Beh noi NO! E anche se ormai ci stiamo abituando a questa nuovo modo di relazionarci con gli altri, dobbiamo ammettere che di cose ne sono cambiate un bel po'.

Basti pensare alla mascherina che da qualche mese a questa parte ogni giorno copre le nostre facce e ostacola tutte le nostre conversazioni. Così per sapere cosa ne pensano gli adolescenti abbiamo deciso di creare un sondaggio rivolto a ragazzi e ragazze tra gli 11 e i 24 anni. Hanno risposto alle nostre domande più di 300 adolescenti e questo è quello che abbiamo scoperto.
E' vero, in molti casi la mascherina può essere fastidiosa: per il 48,9% degli intervistati infatti la fonte di maggiore stress nell'indossare la mascherina è la fatica a respirare, seguita dagli occhiali che si appannano (26,2%) e dall'impossibilità di sorridere (9,4%). Però non vogliamo dimenticare anche un 6,1% secondo cui la mascherina provoca i brufoli.

Il dato che in assoluto ci ha sorpreso di più però e che per il 60% degli adolescenti portare la mascherina non provoca nessun particolare disagio. La stragrande maggioranza dei ragazzi infatti durante questo periodo è riuscita ad andare oltre all'aspetto fisico, senza preoccuparsi che la mascherina possa rovinare l'outfit ma guardando piuttosto gli occhi dell'interlocutore che difficilmente possono mentire e scoprendo nuovi metodi per comunicare, anche con la faccia coperta.

E alla fine non possiamo che essere d'accordo con questi dati perchè in questo periodo così particolare abbiamo capito che per tutti noi adolescenti avere amici con cui parlare di persona, vedersi, confidarsi o semplicemente stare un po' insieme è davvero importantissimo, e non vogliamo rinunciare alla nostra socialità, anche se questo vuol dire tenersi la mascherina e parlarsi a distanza. Non vedimao l'ora di tornare a guardare gli altri in faccia, CE LA FAREMOOOO!!!!