Intervista a Blanco
Dalla provincia al successo
12-11-2020 • Pop • di Marco R
MATTIA: Bella rega! Bentornati su Radioimmaginaria, io sono Mattia. Non se se vi è mai sucesso di conoscere e appassionarvi ad un artista grazie alle pubblicità su Instagram, beh a me si e mi è capitato quando ho sentito parlare per la prima volta di Blanco, lui è davvero super figo e oggi è qui con noi! Blanco ci senti?

BLANCO: Ciao rega tutto bene?

SASSA: Ciao Blanco! Qui tutto a posto, tra l'altro non so se lo sapete ma Blanco è tra i 12 artisti che sono stati selezionati per Radar Italia, un programma di Spotify nato per supportare i talenti emergenti. Intanto complimenti perchè è un bel traguardo, poi abbiamo scoperto che tu vieni da un paesino di neanche 4000 abitanti, grande come Castel Guelfo per intenderci. Come si fa ad uscire dalla provincia e a farsi spazio nella scena musicale?

BLANCO: Guarda io avevo fatto uscire un brano circa un anno fa che era andato bene. Una cosa tipo 50.000 streaming che per me erano già tanti, allora dopo questo pezzo mi ha contattato una ragazza che poi è diventata la mia manager. Dopo avere pubblicato altri pezzi con pochi streaming ho iniziato questo progetto che mi sta tenendo impegnato ora e sono felice!

MATTIA: Il tuo genere musicale invece è un genere che va oltre il rap, io non l'avevo mai sentito. Si avvicina al punk? Come lo definisici?

BLANCO: Non lo so neanche io giuro ahahah, a me in generale non piace accostarmi a qualche genere in particolare, cerco sempre di scappare invece di incasellarmi...

SASSA: Si potrebbe chiamare il genere Blanco!

BLANCO: Il genere Blanco! E' nato!
SASSA: A proposito di scrittura hai detto che scrivi nudo e in mutande. Premesso che se fosse per me io andrei sempre in giro in mutande, come mai? E poi dove li scrivi? Non puoi andare in giardino nudo...

BLANCO: Diciamo che scrivere in mutande mi dà più ispirazione, mi sento proprio più libero. Per alcuni può sembrare strano ma è proprio così, pansa che solitamente li scrivo in cantina, nudo, prorpio il posto più freddo in assoluto.

SASSA: Tra l'altro anche nei tuoi video a volte sei in mutande, diciamo che è proprio uno stile di vita. Comunque, tu sei un adolescente come noi, come sta andando con la scuola online? Hai trovato dei modi per potere copiare a distanza?

BLANCO: Ti dico, oggi ho saltato scuola perchè avevo bisogno di un giorno di riposto, è davvero troppo pesante. Sui modi per copiareeee, guarda sono il capo bro...

MATTIA: Diccene uno, quello che funziona di più.

BLANCO: Vabbè uno super classico, magari ti interroga, ti chiedi di tenere la telecamera accesa, tu accendi il microfono, fai il suono della galleria, intanto metti sopra alla telecamera dello scotch e dici che è rotta, poi ti tieni i fogli sotto...

Beh rega, questa era la prima parte dell'intervista. Blanco è davvero un figo! Volete ascoltare la sua intervista per intero? Cliccate la puntata qui sotto! Alla prossimaaa ;)