SportAdvisor
fine del giro e notti europee
28-10-2020 • Pop • di Filo & France
Giocatori di Subbuteo e sollevatori di ipotesi, siamo tornati con la nostra rubrica SportAdvisor! Il mondo dello sport, nonostante qualche difficoltà e polemica causa Covid, va avanti con competizioni storiche, quali il "Giro d'Italia" e la "Mille miglia", continuano i campionati e ricominciano le Coppe europee.

Siamo ancora qua a tediarvi, cari amici sportivi, con il Giro d'Italia. Questo, purtroppo, è il nostro ultimo aggiornamento sulla Corsa Rosa, che infatti si è conclusa domenica scorsa a Milano. Dopo 3 settimane in cui i corridori hanno macinato circa 3500km per le strade di tutta Italia, divisi in 21 tappe tra montagne, pianure e colline, con decine di forature ed imprevisti si è concluso il Giro, vinto dal britannico Tao Goeghegan Hart! (D'ora in poi lo chiameremo Tao, poichè il nome oltre che essere lungo da scrivere è anche di difficile lettura).
Non sapremmo da dove iniziare nel raccontarvi questo splendido ed inedito Giro, se dalle 4 vittorie di un colossale Filippo Ganna, dalla sfida fino all'ultima tappa tra Hindley e Tao, oppure dal crollo di Almeida, maglia rosa di quasi tutto la corsa, sullo Stelvio. Vogliamo solo dirvi che sono state tre settimane piene di passione e di fatica, di voglia di dare spettacolo e soprattutto all'insegna di una sfida equilibratissima che si è decisa solo nell'ultima tappa a cronometro con arrivo in Piazza Duomo a Milano. Questa forse è la cosa che colpisce di più. Infatti Hindley, maglia rosa di Sestriere penultima tappa, e Tao sono partiti da Milano domenica con lo stesso identico tempo di percorrenza delle precedenti 20 tappe. In poche parole, domenica ci si giocava tutto alla pari tra questi due ragazzi, e alla fine l'ha spuntata Tao, del team Ineos.
Principalmente le tappe in cui i due si sono dati battaglia sono state le ultime montagne. Prima lo Stelvio, con la vittoria in volata di Hindley, e poi la triplice scalata a Sestriere che ha visto trionfare Tao. In tutto questo vi sarete chiesti che fine ha fatto Vincenzo Nibali, lo squalo di Messina. Beh, diciamo che il "fuoriclasse siciliano", come lo hanno sempre chiamato i telecronisti rai, non era in forma ed è arrivato alla terza settimana, nella quale di solito riesce a trovarsi quasi sempre tra i primi, molto affaticato. Questo Giro è stato per Nibali e per i suoi fan abbastanza deludente, ma noi italiani sicuramente possiamo consolarci con le vittorie di Ganna, ripeto "colossale", e di Ulissi. Qui trovate le classifiche finali!

Se avete voglia vi consigliamo ancora di ascoltare le puntate della nostra redazione di Sanremo, specializzata sul ciclismo e sul Giro d'Italia in particolare, vi proponiamo di guardare qualche video riepilogativo delle tappe più significative, tra tutte la scalata allo Stelvio, ed infine per gli appassionati ricordiamo che in questi giorni è iniziata la Vuelta, ricca di tappe di dura montagna.
Passiamo adesso al calcio... Siate sinceri, quanto vi mancava quella musichetta: "The Champiooooooons!!!" A noi un sacco, perché la coppa dalle grandi orecchie ha sempre quel suo fascino fin dai gironi, soprattutto dopo i sorteggi che hanno visto le italiane capitare in gironi estremamente equilibrati come quelli della Lazio, che si gioca il passaggio col BVB asfaltato 3-1 all'esordio, o quello dell'Inter, che se la vede con la superpotenza Real Madrid che in questo inizio sta zoppicando.

Non è certo andata meglio all'Atalanta che oltre ai novellini del Midtylland si sono coccati Liverpool e Ajax, con cui hanno trovato uno spettacolare pareggio dopo essere stati sotto per 2-0, né alla Juventus, che in un girone ampiamente alla portata, si rende protagonista della rinnovata sfida tra gli eterni Messi e Ronaldo, per una partita che prometteva spettacolo, ma che è stata rimandata al ritorno in Catalogna bista la positività di CR7, che avrebbe fatto molto comodo ai bianconeri vista la sconfitta per 2-0.

Anche l'Europa League ha già regalando sorprese e il giovedì sera è diventato terra di caccia per Milan, Roma e Napoli che porta prede quali gli scozzesi del Celtic o gli svizzeri dello Young Boys, ma anche qualche sconfitta come per il Napoli l'esordio doloroso con l'Az. Gli infrasettimanali intercontinentali sono tornati, il primo ciclo di due settimane è terminato e le nostre italiane sono chiamate a continuare a stupire nei loro raggruppamenti, per il momento, come sempre, aspettiamo il campo!
Per questa settimana con lo sport è tutto. Ci raccomandiamo di continuare a seguire i consigli che vi abbiamo dato scorsa settimana e se vi siete persi il nostro articolo di SportAdvisor andate a rivederlo. Ora che la nostra possibilità di fare sport è molto limitata causa covid godiamoci lo spettacolo che lo sport professionistico ci regala quasi quotidianamente. Vi ricordiamo di scriverci qualunque vostro progresso sportivo, anche se piccolo, alla nostra mail [email protected]

Alla prossimaaaa!

Illustrazione di Carlotta Forni