Giro d'Italia e motori
SportAdvisor
15-10-2020 • Pop • di Filo & France
Eccoci tornati ragazzi! Non c'è neanche da dire che questa è stata una settimana da rimanere incollati allo schermo per assaporare lo sport. Di qualunque cosa siate appassionati, in questi giorni i nostri campioni hanno di certo scritto la storia. Noi ci siamo concentrati sulle due e quattro ruote, ma non solo a motore. Per tutto il resto comunque scriveteci a [email protected]... Vi è salita l'adrenalina in corpo? Ottimo, allacciate il casco e possiamo partire!!

Iniziamo proprio dalla corsa rosa. Voi penserete, com'è possibile che il Giro si corra adesso che siamo in autunno? Ebbene sì, causa covid la gara è stata rimandata in questo periodo, e proprio due settimane fa è partita dalla splendida Sicilia. Per chi non sapesse cos'è il Giro d'Italia, è una delle tre corse a tappe di ciclismo più importanti del mondo, con il Tour de France, in Francia, e la Vuelta, in Spagna. C'è una grandissima tradizione di queste corse a tappe, che hanno visto sfidarsi negli anni colossi di questo sport, spesso anche italiani. Pensate che siamo arrivati alla 103esima edizione del Giro... Un'eternità!
Ogni anno i corridori battagliano per migliaia di km percorrendo lo Stivale da sud a nord per salite, montagne, maltempo e apparentemente senza sentire la fatica si sfidano per aggiudicarsi la maglia rosa, che veste il corridore capolista nella classifica generale. Infatti è proprio il rosa il colore iconico del Giro. Che dire, ogni volta gli appassionati sperano che nella lotta per l'ambitissima maglia rosa ci siano anche degli italiani, e quest'anno è proprio così. Anche se non siete dei fanatici saprete che uno dei nostri ciclisti di punta è Vincenzo Nibali, soprannominato "lo squalo dello stretto". Infatti Nibali è originario di Messina, e negli ultimi anni ha portato l'Italia, grazie alle sue pedalate, sul tetto del mondo, vincendo addirittura tutte le grandi corse a tappe di cui vi ho parlato prima. Mostruoso!
Ma per ora l'italiano che ci ha fatto emozionare di più a questo giro è arrivato a sorpresa, e si chiama Filippo Ganna. Ganna è un ragazzo di 24 anni che è alto 193cm per 86kg. Un gigante buono insomma. E oltre ad essere un ragazzo squisito, è anche inarrestabile sulle due ruote. Infatti è di quest'anno la straordinaria vittoria di Ganna ai mondiali di inseguimento e a cronometro. La sua specialità infatti è la velocità pura, che ha messo in mostra subito al Giro, alla prima tappa, vincendo la cronometro di Palermo. A sorpresa veste la maglia rosa anche dopo la quinta tappa, con arrivo in salita, staccando tutti e regalandoci una gioia incontenibile.

Passiamo adesso ai motori, perché in modo diverso, si stanno riscrivendo la storia di Formula 1 e MotoGp! Infatti Domenica in Germania i piloti delle 4 ruote più veloci del mondo sono tornati sul leggendario tracciato del Nürbungring, una volta un circuito di oltre 22 Km, che però porta sempre un certo fascino, soprattutto se si rende teatro di un record straordinario, quello della 91esima vittoria di Hamilton in F1, eguagliando quel numero di vittorie che una volta sembrava irraggiungibile e che apparteneva al solo Michael Schumacher!
Le moto invece si sono spostate in Francia, sotto la pioggia, e si rivede una vecchia conoscenza tutta italiana sul gradino più alto del podio, perché vince Danilo Petrucci su Ducati! Sul podio insieme a lui ci sono anche due new entry: Alex Marquez, che finalmente trova un buon risultato dopo un'annata non all'altezza delle aspettative, e Pol Espargaro, da tanti anni in MotoGp, ma che mai era riuscito ad arrivare tra i primi 3! Big un po' sotto tono e lotta al mondiale che senza Marc Marquez resta più aperta che mai!

Questo era un riassunto della settimana sportiva, ci sarebbe da parlare anche del ventesimo Slam di Nadal, il 13° Rolland Garros per il re della terra rossa contro Dokovic, oppure dell'anello conquistato dai Lakers di un devastante e dominante LeBron James, che eguaglia un certo Jordan andandosi a prendere il suo 4° anello in carriera da protagonista assoluto! Tutto questo però, lo faremo nelle prossime settimane, per il momento noi ci salutiamo, ciaooooooooo!!!!!!!

Illustrazione di Claudia