Stupidistan
09-10-2020 • Detective • di Sofia A
Immaginate un futuro dove la stupidità non è più un'eccezione ma la normalità. Immaginate una piccola parte del nostro Paese, tipo, non so, la Sicilia, dove la stupidità è diventata così pericolosa che il resto dell'Italia ha deciso di chiudere il confine.

Fatto? Bene, ora siete pronti per leggere Stupidistan, il nuovo libro di Stefano Amato, pubblicato dalla casa editrice Marcos y Marcos.

Ma... cominciamo dall'inizio.

La Sicilia è stata soprannominata Stupidistan ed è divisa dall'Italia già da parecchi anni. Tutte le persone con un minimo di intelligenza sono già scappate, anche la mafia! E Patty, una dog sitter romana, vegetariana e con un'intelligenza nella media, si ritrova proprio lì, in Stupidistan.

Verrà quasi subito rinchiusa in manicomio, dove troverà le ultime persone intelligenti, che non sono riuscite a fuggire e, ormai, si sono arrese.

Potrebbe essere lei la risposta a tutto?

Potrà Patty salvare lo Stupid... ehm, la Sicilia?
La cosa che mi piace di più di questo libro è il ritmo. È come quei film che hanno dei falsi finali; momenti in cui sembra che sia tutto perduto ed in cui ti aspetti una gigantesca scritta "fine" nella scena (o pagina) dopo.

Stupidistan è una storia di speranza, non solo quella che Patty può dare alla Sicilia, ma anche quella che la Sicilia può dare a Patty.

Perché è proprio nei momenti più bui, quando ti ritrovi in un manicomio con addosso un'orribile tuta gialla, o con un completo mimetico (sì, la moda dello Stupidistan è meravigliosa), che capisci davvero di che pasta sei fatto.

E, a proposito di Marcos y Marcos, anche Radioimmaginaria ha pubblicato un libro con loro! Si tratta del racconto di Oltrape 2019; il nostro viaggio da Catel Guelfo di Bologna fino a Stoccolma!

Foto di Sofia