Padel o paddle???
SportAdvisor
08-10-2020 • Pop • di Filo & France
Sportivi, è tornato SportAdvisor! La nostra rubrica settimanale dedicata al mondo dello sport in ogni sua sfaccettatura, dall'agonismo, a chi gioca giusto per farsi due risate con gli amici. In una settimana importante per lo sport italiano che ha visto il caos di Juventus-Napoli, il ritorno delle Nazionali, un inedito Sinner-Nadal al Roland Garros e l'inizio del Giro d'Italia con un Filippo Ganna estremamente in palla, noi siamo tornati ad appellare i nostri amici su Instagram per parlare di uno sport che negli ultimi anni sta spopolando: il padel!

Pensate, chiedendo abbiamo trovato di tutto: tra chi come Cecilia di Sangio che non sapeva assolutamente cosa fosse, chi ci ha giocato e chi non ne era così entusiasta (ma a questo ci arriviamo dopo). Prima c'è da fare un po' di chiarezza. Infatti tra le domande che abbiamo fatto nel nostro sondaggio c'era anche se conosceste la differenza tra padel e paddle. Qualcuno, come Jaky ha cercato di darci una spiegazione, dicendoci che padel è la versione italianizzata di paddle e ci aveva convinto, fino a quando non siamo andati ad informarci e abbiamo scoperto che questi sono sport "completamente" diversi, anche se molto simili.
Entrambi devono il nome dalla racchetta piccola e solida chiamata paddle racquet in lingua inglese, in entrambi si utilizza il punteggio tennistico. La principale differenza sta nel campo: nel padel i muri (che caratterizzano questi due sport in quanto fanno parte del campo e possono essere utilizzati per ributtare la palla oltre la rete prima di perdere il punto) delimitano il campo, mentre nel paddle il campo ha i corridoi (come nel tennis) e tra le linee di delimitazione e i muri c'è un piccolo margine.

Tranquilli, sappiamo che siete confusi quanto noi, pensate che anche la federazione italiana utilizza le regole del padel definendolo però paddle, quindi tranquilli, non siete voi, ma se volete qui vi lasciamo un articolo che spiega le differenze tra questi 2 sport in modo più dettagliato.
Superato questo dilemma, cosa ne pensate? Diciamo che abbiamo avuto pareri abbastanza contrastanti, qualcuno come Francesca l'ha definito figo (ma ci ha detto che la variante dei muri ha provocato qualche esclamazione che per ovvi motivi lasciamo alla vostra immaginazione...) Immancabilmente poi è iniziato il confronto con il tennis tra chi, come il nostro Vuatha preferisce il Padel, e chi, come Giorgio di Sanremo, sceglie il tennis tutta la vita!

A detta del nostro France che l'ha provato, ci si muove molto più di quanto si possa pensare, consigliato con gli amici perché i muri possono creare situazioni molto divertenti (anche per chi è alle prime armi). Insomma, l'avete provato? Vi piace? Non vi piace? Ci avete capito qualcosa? Avete già rotto qualche vetro? Fatecelo sapere sulla nostra mail [email protected], noi ci sentiamo settimana prossima per commentare un'altra settimana di sport con voi!
Illustrazione di Claudia