Ricreazione post covid
I.S. Tarmello Cassinari - Piacenza
10-09-2020 • Detective • di Leonardo
L'estate é ormai finita e il momento per tutti di rientrare a scuola si avvicina. L'anno precedente é terminato con la didattica a distanza e tutto il personale scolastico, a partire dalla Ministra Azzolina fino al bidello di turno si sono adoperati per renderci possibile il rientro a scuola. Molti istituti hanno deciso di optare, forse anche per rischiare meno, a introdurre la didattica online integrata per alcuni alunni, mentre altri seguono la lezione in presenza.

L'Istituto superiore Tramello Cassinari di Piacenza si è imposto un obbiettivo fin da subito, quello di avere tutti gli alunni in presenza. Gli spazi sono stati rivisti e anche per i corsi di settembre ci è stato permesso di seguire le lezioni in presenza. Il rientro é stato particolare, si sono rivisti i compagni che non vedevamo fisicamente da marzo, e poi diciamocelo, chi non ha la curiosità di vedere i cambiamenti della propria scuola dopo 6 mesi di chiusura?
La prima cosa che abbiamo notato sono state le segnaletiche per terra e sui muri con i percorsi da seguire; arrivati in classe i banchi erano separati solamente di pochi centimetri in quanto i nostri banchi sono larghi circa un metro per permetterci di disegnare più comodamente essendo in un liceo artistico.

L'ingresso a scuola é un operazione lunga, ma è giusto che sia così, visto che assieme all'uscita è il momento più a rischio assembramenti. Anche quando si arriva in classe l'attenzione deve restare alta, io per esempio mi sono seduto "vicino" a una mia compagna con la quale ci siamo visti in estate, e così hanno fatto anche molti altri miei compagni sedendoci vicini a persone con cui siamo stati in contatto prima del rientro a scuola diminuisce il rischio possibile di contagiare altri compagni.
Questo ci fa riflettere sul fatto che la scelta del compagno di banco non ricade solamente su un aspetto di simpatia o amicizia, ma sull'evitare possibili contagi per proteggere se stessi e la classe.

Ovvio, la scuola da quest'anno non sará più come prima, e i corsi di settembre non saranno neanche come l'inizio dal 14, quando tutta la scuola rientrerà e bisognerá prestare molta più attenzione. Qui avverá il vero esperimento, riusciranno gli istituti a supportare tutte queste misure anti contagio? o si tornerá ad usare la didattica a distanza? Per nuovi aggiornamenti state connessi!

Immagine di Radioimmaginaria