Diario di bordo - Settimana 3
01-09-2020 • Eventi • di Redazione
Guarda il Best Of della settimana 3!
11 AGOSTO 2020, TAPPA 21
Oggi tappa a Roncole Verdi, frazione di Busseto in provincia di Parma. Roncole Verdi è un nome particolare, verdi perché gli alberi sono verdi? O perché i campi sono verdi? No! O meglio anche, in realtà si chiama Roncole Verdi perché proprio qui più di 200 anni fa è nato Giuseppe Verdi, uno tra i più importanti compositori della storia della musica. Pensate che proprio qui in una chiesa che vista da fuori sembra minuscola, Verdi da bambino ha inziato a suonare l'organo della messa!
Vabbè non so se l'avete capito ma Busseto e i paesi qui intorno sono chiamati apposta terre verdiane, anche perché tutto è dedicato a Verdi! Ma proprio tutto! Via Verdi, piazza Verdi, il teatro di Busseto invece è dedicato a Mozart. Non è vero! Anche quello è dedicato a Verdi! Vabbè dai, oggi è stata una giornata particolarmente incentrata sulla cultura, vi promettiamo che da domani torneremo ad essere un po' cazzoni. Scusatemi ma sto dormendo in piedi, mi sembra di essere qui da un mese ma è il mio secondo giorno. VADO.
Al volante Marco
10 AGOSTO 2020, TAPPA 20
Ciao rega! Questo è il mio secondo diario di bordo e oggi siamo stati a Castell'Arquato. È un borgo medievale molto carino però c'era anche un sacco di sole e quindi abbiamo patito un caldo che faceva venire voglia di morire. Poi ci siamo divertiti molto perché abbiamo parlato con un sacco di ragazzi della nostra età che ci hanno raccontato cosa c'è da fare in questo paese e con il consigliere comunale Filippo Eleuteri, che ci ha spiegato che vuole creare più aggregazione nel centro.

Sta sera andiamo a trovare dei ragazzi che abbiamo incontrato ieri a Bobbio che in realtà sono di Piacenza. Hanno organizzato un campo in cui stanno tutti in campeggio con il faló e poi si guarda un film tutti insieme mangiando della pizza. Noi non possiamo rimanere a dormire ma andiamo volentieri a trovarli sta sera, anche perché è l'ultima sera del gruppo di Gio, Filippo e Mattia, che hanno iniziato il viaggio insieme a me. Io rimango più di loro ma un po' mi mancheranno (spero non leggano mai questo diario perché ho una reputazione da mantenere). Basta, adesso dobbiamo andare. Buonanotte!!
Al volante Luvi

9 AGOSTO 2020, TAPPA 19
Oggi con il nostro fantastico Aperadio abbiamo raggiunto la tappa più a ovest di Oltrape: Bobbio. Prima di oggi non conoscevo questo borgo, ma dopo aver scoperto di essere quasi al confine con la mia amata Liguria, dato che vengo da Sanremo, mi sono praticamente affezionato. Oltre a questo, ogni giorno mi sorprendo sempre più della straordinaria accoglienza del popolo emiliano romagnolo. Parlando di Bobbio c'è da dire che è un posto fantastico!

Qua ci sono tantissimi adolescenti come noi veramente in gamba. Molti vanno a scuola a Piacenza e oggi abbiamo conosciuto alcuni studenti del Liceo Artistico che hanno realizzato un progetto veramente figo in seguito al ritrovamento di un quadro di Klimt chiamato Ritratto di signora. Pensate che questa opera, dopo anni che non si trovava, è saltata fuori in una botola del giardino del museo Ricci Oddi di Piacenza! A proposito di questo museo, è proprio qui che saranno esposte le opere d'arte realizzate dai ragazzi del Liceo Artistico che si sono ispirati al pittore austriaco.
Tornando alla cittadina di Bobbio, nonostante non sia molto grande, è ricca di fascino, dovuto soprattutto al Castello Malaspina dal Verme e al Ponte gobbo, che attraversa il fiume Trebbia unendo i due lati della città. Proprio sotto questo ponte ci sono un sacco di persone che fanno il bagno nel Trebbia, e noi siamo tra questi. Ora vi lascio per andare a fare un bagnetto, dicendovi che domani raggiungeremo Castell'Arquato dove il nostro tour per'Emilia-Romagna farà il giro di boa, perché saremo esattamente a metà. Ci becchiamo domani reggae, Oltralpe continua e noi abbiamo ancora un sacco di cose da raccontarvi!!!
Al volante Filo
8 AGOSTO 2020, TAPPA 18
Oltrape 2020, tappa 18. Siam arrivati ieri sera a Reggio Emilia e dopo aver dormito in un ostello siamo subito usciti e abbiamo incontrato dei ragazzi di un centro giovani che si occupavano tra le varie cose di compravendita di libri scolastici usati, dopo l'incontro abbiamo anche avuto l'occasione di parlare con un consigliere comunale di Reggio Emilia che ci ha fatto visitare la stanza comunale dove anni fa fu creata la nostra bandiera tricolore.
Dopo aver registrato la nostra puntata siamo partiti per la via di Bobbio vicino Piacenza ma la nostra muflo si era affezionata a Reggio e ha deciso che almeno la marmitta doveva rimanere lì. Dopo un po' di fil di ferro e tanta pazienza siamo ripartiti con poco ritardo. È stata una giornata bella intensa come avete capito, sono stanco morto, facciamo che ci sentiamo domani.
Al volante Gio
7 AGOSTO 2020, TAPPA 17
Bella rega sono Matt da Castel Guelfo e questo è il mio terzo giorno di oltrape. Questa mattina ci siamo svegliati a Faenza nel rione giallo, esatto propio così perché Faenza è divisa in 5 rioni, e ognuno di questi ha una squadra di sbandieratori. E questa mattina sulle 10 (e io ero ancora bello che rintronato dalla sveglia con le pentole di Ivan) 2 sbandieratori hanno provato a insegnare a me e Filippo a sbandierare, con scarsi risultati e anche il rischio di rompere qualche finestra.
Ora ci stiamo dirigendo a Reggio Emilia per la notte, proprio oggi la nostra ape ha fatto il suo primo pieno di biometano al rifornitore di metano e biometano di Spilamberto, vicino a Modena! Esattamente, perché quest'anno abbiamo deciso di convertire il nostro motore da benzina a metano e ora siamo più gereen che mai. Per oggi è tutto ci sentiamo domani.
Al volante Mattia
6 AGOSTO 2020, TAPPA 16
Bella a tutti reggaz! Sono Filippo e oggi vi racconto questa tappa di Oltrape. In giornata siamo stati a Santarcangelo di Romagna, l'ultima nostra destinazione in Riviera Romagnola. A Santarcangelo, paese dove è nato lo sceneggiatore Tonino Guerra, braccio destro del grande Fellini. In realtà dire sceneggiatore è riduttivo, perché Tonino è stato anche uno scrittore, poeta, pittore, scultore, architetto e tante altre cose. Proprio per questo i santarcangiolesi hanno deciso di aprire un fighissimo museo tra i vialetti del borgo.
Un'altra esperienza fantastica che abbiamo fatto è stato entrare nella città sotterranea. Avete capito bene, un labirinto di roccia sotto Santarcangelo di Romagna. Nella roccia si districano vialetti scavati nell'arenaria che prendono il nome di "Grotte tufacee". Questo posto è lungo addirittura 6km, a una temperatura stabile tra i 12°C e i 14°C. Non vi voglio annoiare con troppe nozioni storiche, ma sappiate che in tutte le epoche questi luoghi segreti e pieni di mistero sono stati un rifugio sicuro per l'intero borgo.

Ora siamo arrivati, dopo aver macinato decine di km in Aperadio a Faenza, un'altra splendida città tutta in stile medievale. L'accoglienza romagnola anche qua si fa sentire ed io, che sono di Sanremo, me la sto godendo tutta. Proprio per questo ora vi lascio, dato che in tavola c'è un bel piatto di pasta e siamo in compagnia dei nostri nuovi amici di Faenza. Un saluto dall'Emilia-Romagna. Ci becchiamo alla prossima tappa.

Al volante Filippo
5 AGOSTO 2020, TAPPA 15

Ciao raga! Sono la Luvi, oggi è il mio primo giorno di Oltrape e per me è iniziata benissimo! Ieri siamo andati al Circuito di Misano e mi hanno fatto fare 2 giri con l'Aperadio dentro alla pista! Un sogno praticamente. Però oggi è un altro giorno e la tappa era Cattolica! Siamo stati tutto il giorno dentro l'Acquario di Cattolica e ce l'hanno fatto anche visitare!

Io mi sono sempre chiesta perchè negli acquari è sempre buio, adesso lo so. In pratica quelli dell'acquario usano le luci per ricreare il ritmo notte/giorno per i pesci, e ricreano anche le correnti per assicurarsi che i pesci stiano il meglio possibile. Antonella Bianchi, responsabile della comunicazione dell'acquario, ci ha spiegato tutto questo.

Poi abbiamo parlato con le tre ragazze di Rosso Ideale, un'associazione di Cattolica che si occupa di organizzare attività culturali fatta di ragazzi della nostra età! Il sindaco di Cattolica Mariano Gennari ci ha spiegato come ha gestito la pandemia nella sua città e di come è importante stare uniti tutti insieme in queste situazioni. Che è un po' una metafora del nostro viaggio alla fine, ci sono i primi litigi però dobbiamo tenere duro. Ora andiamo a cenare, domani tappa a Santarcangelo di Romagna! See you!
Al volante Luvi

Per leggere il diario della seconda settimana clicca qui!