5 Scocciature Legate agli Universi Cinematografici
30-07-2020 • Nerd • di Luna
Per chi arrivato fino a questo punto si stesse ancora chiedendo cos'è un universo cinematografico, la definizione più azzeccata sarebbe: avete presente quei film che sfornano sequel su prequel in continuazione, in cui le storie sembrano non finire mai? Avete presente quelle produzioni che continuano a "spoilerervi" il film successivo con quelle odiosissime scene post credits? Ecco cosa significa universo cinematografico (ottimi esempi sono Marvel, DC, Harry Potter...). Si perché se andrete su Wikipedia vi diranno altre cose, vi daranno altre definizioni. Ma per una vera fangirl il termine universo cinematografico vuol dire solo una cosa: SCOCCIATURE.
Ok, non fraintendetemi hanno anche alcuni punti di forza ma che ti si ritorceranno tutti contro. Prima o poi.

Partiamo dal problema più frequente (e più ovvio): TROPPI FILMMMMMMM!
Questo è il classico Cavallo di Troia (mettiamo anche la maiuscola altrimenti qui mi censurano dibbrutto, termine colloquiale per intendere che mi scuoiano viva) preferito dalle produzioni. Noi poveri Troiani (ahia, qua ci censurano...) accogliamo di vedere un loro film e poi non so come ci ritroviamo dopo 1 settimana e mezza ancora lì a vedere la stessa storia che prosegue per generazioni. Per capire quello appena uscito devo averne visti altri 20 e di certo come posso convincere i miei poveri amici babbani a mettersi in pari con me?!

Proseguiamo con la scocciatura più rodente di sempre (pure la rima, guardate quanto sono br..., ok la pianto): TROPPA SCIENZA, p.s. avete rotto
Possibile che tra un gruppetto di gente "comune" si nascondano cervelli peggio di Einstein? Motori a energia nanotecnologicamente quantistica, portali spazialmente temporalmente nucleari, armature antimaterialmente al potassio. Ho esagerato? Uhm, forse, ok niente potassio. Dico, sul serio volete farci credere che il vostro filmettino da 4 (miliardi) soldi sia ambientato nel mondo reale? Donateci qualcosa allora, o semplicemente fate umili esperimenti con il bicarbonato e l'acido acetico come noi comuni intelligenze.

Problemuccio non indifferente in arrivo: TROPPI PERSONAGGI FUORI DAL GENERE
Si, tu lì in fondo, sto parlando con te haker... Ora mi spieghi come fai ad hackerare la NASA, il Dipartimento della Difesa e il conto corrente della metà dei cittadini americani in giusto 5 minuti mentre aspetti il caffè????? Non sono solitamente una critica ma quando ci vuole, ci vuole! Ah e tu l'addietro, si tu, la bella ninjia in costume nero aderente: mi spieghi come senza avere neanche un superpotere non ti pigli manco una pallottola? Che senso ha inventare Superman e compagnia bella se te sei anti-realtà?
Questa non si manda giù facilmente: I PROTAGONISTI CHE VINCONO TROPPO
Quando sono sotto l'effetto della mia personalità più complottista tendo a pensare che i protagonisti (tranne quelli del Trono di Spade) abbiano fatto un patto con il diavolo. Altrimenti non me lo spiego come queste anche se potrebbero essere le più stupide, deboli e sfigate creature nell'universo riescano sempreeee a vincere. E devono farlo solo loro! A chi gliene frega se c'è una moltitudine di personaggi secondari ottimi e fighissimi, forti e divertenti; no lui (raramente lei, sad) deve sempre dare il colpo finale alla nemesi di turno. Grrrrr....

E ora la ciliegina sulla torta delle scocciature: SOVRAPPOPOLAMENTO DEI PERSONAGGI
Dovrei rinominare il mio articolo in "la lista dei troppo" ma ormai è troppo tardi. Perché il problema centrale degli universi cinematografici è che come si dice dalle mie parti "il troppo, stroppia". Già come i personaggi. Stagione dopo stagione, film dopo film, cominciano a diventare troppi. E ci sono due metodi per eliminarli (tranne il protagonista, quello è intoccabile): o li fai sposare o li fai ammazzare. In ogni caso i fan ti metteranno alla gogna sui social. Dopotutto è semplice accontentarci no?!