La One Direction-mania
I 5 ragazzi più influenti della nostra generazione
30-07-2020 • Pop • di Viola
Bene regaz, siamo arrivati al gruppo più discusso nella scena musicale degli ultimi 10 anni. No, non sto parlando dei BTS, ma di una cosa simile: gli One Direction. So che certi saranno felici e altri no, ma da ragazza facente parte della generazione Z posso dire che loro hanno letteralmente segnato noi ragazzi nati tra il 1995 e il 2010.

In questo articolo parlerò di come hanno influenzato il mondo della musica e il nostro concetto di essa , dal mio punto di vista, cioè quella di una che non è mai stata loro fan. Ora partiamo dalle origini. Il 23 Luglio 2010 (poco tempo fa si è festeggiato il decennale), a X-Factor UK, viene proposto a 5 ragazzi quasi adolescenti passati ai provini di unirsi e formare una boy band. Accettando, riescono perfino a duettare con Robbie Williams ed arrivare terzi al programma.
Da lì si pensava che sarebbero durati altri pochi giorni... insomma, i soliti 15 minuti di fama dei talent show. Ma in realtà i fan li avevano così apprezzati da X Factor che li spinsero fino alle vette delle classifiche. E non avevano fatto neanche un album.
Il resto è storia: con le hit What Makes You Beautiful (che ha superato il miliardo di visualizzazioni), Drag Me Down, Steal My Girl, Best Song Ever... tutte canzoni che hanno minimo il mezzo miliardo di visualizzazioni. Non sto scherzando, se volete controllate. E sono diventati la band più ricca di tutta la storia musicale britannica, superando i Beatles.

Dopo l'uscita dal gruppo di Zayn Malik nel 2015, dal 2016 sono in pausa e si aspetta solo una reunion dalla quantità industriale delle directioners (fandom degli 1D). Inutile dire, come ho spiegato in precedenza, che loro hanno influenzato moltissimo la nostra generazione. Che ci piaccia o no.

Abbiamo ricordi sia belli che brutti legati a qualche loro canzone che passava sempre in radio e che almeno una nostra amica ci faceva sentire SEMPRE poiché fissata con loro (io ho ancora amiche così. Beh, il lupo perde il pelo ma non il vizio).
Penso che siano stata la prima band che ha introdotto la cultura delle fanbase (i fan e il senso di gruppo quando si incontra un/una fan della stessa band) in Italia. I social erano il rifugio per incontrare persone anche fuori dal tuo paesino che ascoltassero la tua stessa musica. Non ho mai sentito così tanta unione tra i fan prima d'ora.

Parlando di unione tra i fan, mi riferisco al sold out completo di San Siro del 28 Giugno 2014. Quella data è rimasta nella storia anche della cultura pop contemporanea, a tal punto che hanno fatto a riguardo un film documentario. Beh, noi fan italiani ci facciamo sentire e anche tanto.
Sono stata la prima band che leggevamo su Cioè e quelle riviste da gossip per bambine di massimo 10 anni e si sentiva senso di appartenenza e di unione a qualcosa. Ora ci sono tantissime fanbase per ogni cantante esistente sulla Terra, ma suppongo che per noi adolescenti sia partito tutto da loro. Ecco perché penso che una loro menzione d'onore andrebbe fatta quando parliamo di cantanti che ci pompavamo in spiaggia nel 2015, anche se non ci piacevano.
Bene ragazzi, voi scrivetemi su radioimmaginaria@gmail.com e www.radioimmaginaria.it quali cantanti e band secondo voi hanno segnato la nostra generazione e soprattutto se siete d'accordo con me! Ciao, alla prossimaaaa!
Illustrazione di Gabriela