Musica da montanari
cosa ascoltare quando si va in montagna
16-07-2020 • Pop • di Giacomo P
Io vengo dalla Liguria. Ovviamente quando si parla di questa regione si pensa subito alle spiagge e ai porti, senza conoscere la bellezza dell'Alta Via dei Monti Liguri, un sentiero che unisce il confine francese con quello toscano passando dalle vette delle Alpi e dell'Appennino. A dir la verità fino a poco tempo fa, neanche io c'ero mai stato: settimana scorsa, infatti, io e i miei amici abbiamo deciso di fare una camminata, prendendo l'Alta Via sul Monte Saccarello (vetta più alta della liguria 2201m s.l.m.), in direzione La Spezia (non eravamo così ambiziosi, sto solo dando due dritte per orientarsi, avevamo le provviste per un giorno e, quindi, abbiamo fatto pochi chilometri).
Potrei stare ore a parlarvi di quel viaggio e di tutti gli aneddoti divertenti a riguardo, ma io sono qua per parlarvi di musica e quindi mi offrirò di parlarvi della musica che vi consiglio di ascoltare in montagna. In generale io prediligo ascoltare musica rilassante, bella e che riesce a fare atmosfera, per armonizzarsi con la natura.
Non c'è posto migliore dell'alta montagna per ascoltare il rock psichedelico dei Pink Floyd. L'album The Dark Side of the Moon, probabilmente, non avrà lo stesso valore ascoltato su un autobus, particolarmente di notte, sdraiati sotto un cielo stellato. Nella stessa occasion suggerisco un ascolto un po' più impegnato ma di una bellezza unica: parlo di Tenebra è la notte ed altri racconti di buio e crepuscoli, il disco del rapper professore Murubutu, che in quindici tracce ci descrive la bellezza e il fascino della notte.
Un altro artista suggeritissimo, particolarmente in Liguria, è Fabrizio De Andrè: la sua capacità di scrivere viene quasi messa da parte ascoltando le strumentali perfette che si amalgamano con l'ambiente naturale.

Infine, mi auguro che partiate in compagnia, e davanti a un falò vi divertiate a cantare canzoni che tutti conoscono e, se dovete scaricarvi una playlist, Vasco Rossi non si può non avere.
Quando fate lo zaino, assieme alle tende, ai viveri e ai sacchi a pelo ricordatevi una buona cassa bluetooth e soprattutto ascoltate l'unica musica che si può avere solo in montagna, quella della natura.

Credits

Illustrazione di Andrea