Motivi per cui il reboot di Streghe è migliore dell'originale
16-07-2020 • Nerd • di Luna
Non sto parlando ci CGI o di trama o di capacità recitative degli attori, quello su cui oggi voglio andare a parare sono i motivi per cui Charmed è migliore di Streghe dal punto di vista etico e sui messaggi che ci vengono proposti. Per i nostalgici fan della prima serie degli anni novanta, tranquilli non aggreditemi vi prego non è una vera e propria critica nei confronti di Streghe ma come ho già detto è stata girata a fine anni novanta e oggigiorno alcuni tabù ormai sono stati superati.

Per prima cosa i non esperti potrebbero fare confusione con i nomi. Entrambe le serie in lingua originale si chiamano "Charmed" ed entrambe vengono chiamate "Streghe" in italiano. Tuttavia alla seconda serie uscita nel 2018 viene aggiunto il sostantivo reboot per indicare il fatto che è riadattamento dell'originale del 1998. Io non sono molto d'accordo con questa attribuzione poiché le differenze fra le due serie sono talmente troppe che si potrebbero considerare come due produzioni diverse (si pensi che pure i nomi dei personaggi cambiano). Quindi come succede spesso sul web, con il termine Streghe andrò ad indicare la prima serie tv del 1998 mentre con il termine Charmed quella del 2018.
Ma ora non perdiamoci più in chiacchere ed iniziamo a vedere i motivi per cui Charmed è migliore di Streghe.

1. Cast multietnico
E qui non c'è molto su cui ribattere, la presenza di molte etnie sul set di Charmed afferma una presa di posizione da parte della produzione per la sensibilizzazione delle persone che nel tempo sono state discriminate più di altre. E questo è un bene al contrario di Streghe che aveva un cast prevalentemente di etnia bianca.

2. Comunità LGBT Q+
Lo stesso vale per la comunità LGBT Q+ che negli anni novanta era ancora discriminata e quindi nessuno si sarebbe azzardato di proporre personaggi gay o trasgender. Il mondo di oggi è ancora restio nell'accettare le differenze ma la produzione di Charmed non si è fatta nessun problema ad inserire personaggi con un diverso orientamento sessuale rispetto alla massa della popolazione. Basti vedere Mel, una delle tre sorelle protagoniste che è felicemente fidanzata con una ragazza.
3. Interpreti più giovani
Il fatto di avere i personaggi principali in età studentesca o diventati lavoratori da poco crea un avvicinamento anche da parte dei ragazzi, in modo che ogni persona possa rivedersi in almeno uno di essi. Le situazioni e le azioni compiute dalle tre sorelle sono anche dettate dalla loro giovane età che le porta spesso a fare errori comprensibili. Il fulcro della prima stagione è proprio il cambiamento dei loro corpi e della loro natura che Maggie, Mel e Macy devono affrontare e accettare.

4. Famiglie moderne
Probabilmente è stato solo un escamotage narrativo il fatto di porre come protagonista una famiglia più moderna con la presenza di patrigni e sorellastre. Tuttavia ad un mondo che si evolve bisogna dare spazio su schermo anche nuove forme famigliari. Con questo la serie Charmed porta con se un messaggio ovvero che anche se non si hanno gli stessi genitori si può essere fratelli che si vogliono bene.

5. I mostri non sono sempre cattivi
La maggior parte delle creature che il trio di streghe deve affrontare sono proprio i mostri e i demoni, questo in entrambe le versioni. Però in Streghe i demoni sono sempre malvagi e vanno eliminati. Invece in Charmed, senza spoiler, non proprio tutti i demoni sono bestie sataniche fissate con la distruzione globale. È un bellissimo insegnamento il fatto che si può scegliere da soli chi si vuole essere, e che nonostante la propria natura e i propri fallimenti si possa avere la possibilità di migliorare.

E anche per oggi è tutto spero che questo articolo abbia chiarito i dubbi, se non altro che vi abbia invogliato a dare una chance a queste serie. Qui sotto vi lascio il trailer italiano. Alla prossima

Credits

Illustrazione di Claudia