Legacies
La "nuova" serie tv soprannaturale che stavamo aspettando
25-06-2020 • Nerd • di Luna S
LEGACIES
Spin off dello spin off, Legacies è una delle serie tv di punta della TheCW. Composta attualmente da 2 stagioni da 16 episodi ciascuna (in arrivo a settembre-ottobre la terza). Appartiene allo stesso universo delle più note The Vampire Diaries e The Originals. Diamo un'occhiata al cast principale:
Danielle Rose Russell (Hope Mikaelson), Jenny Boyd (Lizzie Saltzman), Kaylee Bryant (Josie Salzman), Matthew Davis (Alaric Salzman), Quincy Fouse (Milton Greasley), Aria Shahghasemi (Landon Kirby), Chris De'Sean Lee (Kaleb), Peyton Alex Smith (Rafael Waithe) e molti altri...

È principalmente ambientata in una scuola la Salvatore School per streghe, lupi mannari e vampiri, dove gli studenti imparano a controllare le loro doti, per prevenire di essere scoperti e per poter tramandare la conoscenza di queste specie. In questa serie i concetti di lupo mannaro, vampiro e strega sono leggermente differenti da come altre saghe ce li hanno proposti per esempio le streghe sono solo ragazze (quindi niente scuole miste come Hogwarts) ed essere un lupo mannaro è frutto di una maledizione del sangue. I personaggi principali sono quasi tutti ragazzi sotto i 18 anni e questo è un fattore a parer mio che incita la visione, in quanto la maggior parte degli spettatori riesce ad identificarsi in almeno uno di loro. Non c'è un vero e proprio protagonista anche se tra i personaggi principali da copertina spiccano sicuramente Hope Mikaelson, Lizzie Saltzman e Josie Saltzman.
La storia inizia con Hope, una tribrida (una vampi-strega-mannara) che ci racconta brevemente le sue origini e il fatto che ora si trova al sicuro nella scuola per esseri soprannaturali gestita dal signor Saltzman, padre di Lizzie e Josie. Poco dopo Landon Kirby e Rafael Waithe arrivano a scuola e un artefatto antico e molto potente scompare. I due amici vengono incolpati del furto anche se questo è solo l'inizio di una grande scia di sventure che si abbatte sulla scuola Salvatore di Mystic Falls. Una serie di creature provenienti da leggende e culti popolari ha stretto un patto per far risorgere qualcuno di molto pericoloso. Quindi tra le classi e i corridoi di un college fin troppo americano, si forma una squadra di studenti agguerriti pronti a proteggere la loro casa (e il mondo intero).

La cosa che preferisco dell'intera serie anche oltre all'ambientazione che è spettacolare, sono proprio i personaggi. I registi con questa produzione cercano di sensibilizzare le categorie più deboli ponendo una "squadra" tirata su tra incantesimi in latino e drammi adolescenziali come protagonista. Hope, Landon e Rafael sono orfani e vivono nella solitudine; Lizzie è bipolare e ha spesso scatti d'ira che maschera con un'esagerato sarcasmo; Josie è bisessuale ed è co-dipendente dagli altri; MG è stato cacciato di casa; per non parlare di tutti i lupi mannari che spesso per sbaglio, hanno ucciso qualcuno.
Dunque ragazzi che all'apparenza potrebbero apparire "sfigati" (adattate al contesto questo termine, pls) capitanati da un preside ex-alcolista si trovano a salvare il mondo perché sono gli unici in grado di farlo. E questo è un motivo più che valido per iniziare ora a guardarlo.

Non vi basta? Se siete reduci di altre serie o film (come Harry Potter) tenetevi pronti alla marea di citazioni prese da altre saghe. Ed è divertentissimo perché i personaggi agiscono proprio come farebbe un comune ragazzo del 2020. Battute, citazioni di film e fumetti, giochi di parole fanno da cornice ad un'ambientazione da sogno quale il mondo mistico. E poi vi riempie la barra delle "americanate" tra football americano, college, balli di fine anno e simili se vi piacciono queste generi di cose sicuramente fa al caso vostro.

E per oggi è tutto, spero che la mia recensione un po' alternativa vi sia piaciuta, vi aspetto settimana prossima con un nuovo articolo a tema saghe e cose bellissime!!!

Illustrazione di Jasmine Abd El Gelil