Cioè nel senso
Maturandi in pigiama?
04-06-2020 • Detective • di Giulia M
Bella rega! Questo è "Cioè nel senso" lo spazio di Radioimmaginaria interamente dedicato ai giornalini scolastici. Allora funziana così: ogni settimana selezioniamo un giornalino scolastico tra tutte le scuole d'Italia e vi facciamo leggere qui sotto l'articolo che ci è piaciuto di più.

Questa volta abbaimo deciso di scegliere Volta pagina, il giornalino dell'I.I.S. Mariano IV D'Arborea di Otranto, che abbiamo trovato sul sito dell'Associazione Nazionale del giornalismo scolastico

L'articolo si chiama "Maturandi in piagiama?" e l'hanno scritto Marco e Maria
"Mi raccomando cerchiamo di sederci vicini per la seconda prova", "oh, prova a vedere se conosci questo di filosofia, ce l'ho esterno all'esame!": queste sono probabilmente le frasi che ci si aspetta da un maturando a circa un mese o poco più dall'esame. Ma noi maturandi del 2020 siamo molto più originali e davanti a un computer in pigiama diciamo: "oh ma voi all'orale di che colore la mascherina?", "ah ma quindi non lo facciamo su zoom?", "boh se la Azzolina si decidesse... Intanto scusi prof ma faccio colazione". Se ci avessero detto prima che quel 4 marzo sarebbe stato l'ultimo giorno di scuola lo avremmo sicuramente vissuto diversamente. Avremmo avuto l'emozione di quei ragazzini seduti in auditorium, cinque anni fa che, chiamati uno ad uno dalla prof Carboni, vedevano per la prima volta i loro futuri compagni.

Sono cambiate tante cose da allora, eccetto i fedelissimi brufoli; siamo più alti, grassi e vorremmo dimostrare di essere finalmente maturi. Certo che questo esame sarebbe proprio una bella occasione! Un'occasione per entrare un'ultima volta a scuola da studenti, per rispondere al dolce e calmo buongiorno di Giovanna e farci consolare da Renza prima di andare dalla tanto temuta commissione, che quest'anno sarà solo interna. Dato che quelle bocche che tanto ci hanno consigliato, guidato e supportato saranno protette da una mascherina sarà tutto un gioco di sguardi e pensieri: "perché mi guarda così quello?!", "boh, starò sbagliando qualcosa".

Ci consola che a vivere tutto questo con noi ci saranno i compagni di sempre con cui abbiamo pianto, riso, festeggiato e con cui ora ricordiamo il nostro percorso in videoconferenza. Se molti si ricorderanno questa come la maturità del Coronavirus, per noi sarà ben altro: sarà la fine di un viaggio durato 5 anni in cui abbiamo condiviso tutto con persone speciali. Sarà il raggiungimento di un traguardo che neppure una pandemia riuscirà a fermare. Infatti, nonostante tutto, noi quella sera prima dell'orale saremo comunque tutti insieme a sostenerci e, sempre perché noi maturandi 2020 siamo speciali e originali, a cantare: "Maturità t'avessi preso prima...della quarantena".
Per tutto quest'anno scolastico vi abbiamo portato ogni settimana un nuovo articolo e ci sembrava giusto per questi ultimi giorni di scuola trascrivere un articolo dove si parla di quelli tra di noi che questa quarantena l'hanno vissuta in modo un po' diverso: i MATURANDIIIIII, ehhh già, per loro la scuola non è ancora finita! Purtroppo (ma anche per fortuna, diaciamoci la verità ahahahah) con la fine della scuola anche i redattori dei giornalini di tutta Italia andranno un po' in vacanza.

Per questo dalla prossima settimana non riusciremo più a portarvi altri articoli. Ma state sul pezzo perchè appena ricomincerà la scuola tornermo ancora più carichi di prima. Quindi iniziate già a pensare a nuovi articoli da scrivere che per il prossimo anno ce ne serviranno moltissimi! Se invece a scuola non avete un giornalino approfittate di questi mesi per riunire qualche vostro amico e aprire una redazione tutta vostra! Vi assicuro che è una gran figata. Per qualsiasi cosa, dubbio, informazione o consiglio potete scriverci alla mail [email protected] ci vediamo a settembreeeeeeeeee!

Credits

Foto di Nina Ferrari

Animazione Asia Renna