Il Jazz e gli adolescenti
Il jazz bisnonno del rap - 26 maggio Camera Jazz
28-05-2020 • Eventi • di Ludovica A
Bella rega, siamo gli spaeaker di Radioimmaginaria!
Il 26 maggio abbiamo fatto una cosa epocale in questi tempi da COVID-19: un concerto!! Nooooo! Fermi! Non pensate male, non abbiamo infranto la legge. Eravamo distanti e abbiamo rispettato tutte le misure di sicurezze anche se dobbiamo ammetterlo, sarebbe stato davvero molto bello spaccarci a un bel concerto ahaha

Camera Jazz & Music Club è un locale che sa proprio di Jazz, cioè tu entri e ti senti avvolto da una strana atmosfera, strumenti musicali, giradischi, vinili sparsi sul pianoforte, insomma sembra un po' di fare un salto negli anni '30! La leggenda narra che dopo due ore che sei lì dentro il tuo corpo di trasforma, tipo il lupo mannaro con la Luna. E immediatamente si trasformano anche i tuoi vestiti, camicie vintage, giacche, panciotti, papillon, l'unico posto dove i mocassini vanno ancora di moda!!!! Insomma lì si respira davvero il Jazz, ma cos'è 'sto Jazz? Si il Jazz, quella roba che ascoltano i nostri genitori, con le canzoni che durano 20 minuti e fanno tanto bicchiere di whisky e sigaro.

Beh, per capirci qualcosa di più abbiamo chiesto un aiuto a Piero Odorici che è un musicista jazz e che suona il sax insieme ad altri musicisti bravissimi: Michela Calzoni, cantante, Stefano Senni, contrabbassista, Emiliano Pintori, pianista, e Marco Bovi, chitarrista.
Vabbè, tra una cosa e l'altra abbiamo imparato un sacco di roba, ma lo sapevate che la gente bassa non può suonare il contrabbasso (il violino enorme per intenderci)? E sapevate che il Jazz è alla base di tantissime canzoni che noi ascoltiamo ogni giorno? Il rap o la trap per esempio, che sono i generi che ascoltiamo di più, hanno tantissimi tratti in comune proprio con il Jazz, tanto che insieme a Wemme Flow e Peppostep abbiamo ricostruito l'albero genealogico del rap e abbiamo visto che getta le sue radici proprio lì!

A quanto pare ascoltare questa musica è davvero cultura, e anche se non sembra dal Jazz sono nati moltissimi generi, la musica elettronica ma anche il soul, il funk, e altri stili che non conosciamo benissimo. Ce lo hanno insegnato Bengi e Shiffer dei Ridillo, che solo con una tromba, un piano, una batteria e una chitarra sono riusciti a improvvisare il testo di una canzone partendo da una pagina a caso di un libro.

Io non me lo immaginavo ve lo assicuro, ma è stata davvero una gran figata! Quindi se siete appassionati di musica, se state provando a scrivere qualche canzone oppure se volete semplicemente sapere da dove nasce la musica che ci spariamo ogni giorno la mattina prima di andare a scuola guardate quello che vi siete persi cliccando qui sotto! Tutti, ma proprio tutti, ci hanno detto che per capire meglio questo grande mondo dobbiamo ascoltare più musica, noi abbiamo accettato la sfida e abbiamo iniziato a farlo! Sentite qui!