DARK BOYS CLUB
2020 O 2016?
14-05-2020 • Pop • di Giacomo P

Correva l'anno 2016. Io andavo in seconda media e per la prima volta sentivo dei coetanei che parlavano di vestiti e marche e usavano termini come gang e bufu (probabilmente senza saperne il significato). L'anno è ricordato nella storia dell'hip hop italiano per l'avvento del fenomeno nazionale della cosiddetta "Wave del 2016", composta da rapper come Sfera Ebbasta, Tedua, Ghali e, soprattutto, la Dark Polo Gang, un collettivo romano. La DPG (acronimo del nome) era formata da Tony Effe, Wayne Santana, Dark Pyrex e Dark Side (uscito nel 2018) e dal produttore Sick Luke è il suo successo è stato determinato principalmente dagli outfit eccentrici che sfoggiavano i membri, le sonorità e uno slang nuovo per gli ascoltatori italiani e, soprattutto per il grandissimo numero di canzoni contenute nella Trilogy, la raccolta dei tre mixtape usciti in quell'anno, ovvero Crack Musica, Succo di zenzero e The Dark Album.

Negli anni la Dark aveva iniziato a sperimentare nuovi stili, che le permisero di incrementare il suo seguito ma al contempo costò la delusione dei fan di vecchia data, abituata al linguaggio crudo e alle storie del Rione Monti. Dopo l'uscita del featuring in Loco a febbraio 2020 per il trapper spagnolo Kidd Keo, i vari componenti (Side compreso!!!) avevano parlato del 2020 come un nuovo 2016. I fan di vecchia data, quindi, speravano in un nostalgico ritorno del rapper uscito o comunque in qualcosa di diverso dal loro ultimo lavoro, incrementando l'hype a livelli spaventosi.
Una settimana prima dell'uscita fu annunciato il titolo del loro nuovo mixtape, Dark Boys Club, e successivamente i featuring e la tracklist. I nomi più discussi sono risultati Anna, rapper classe 2003 divenuta famosa a livello internazionale per il singolo Bando, Traffik, storico amico di Gallagher e della DPG ma in carcere dallo scorso luglio, e, soprattutto, Side, lui, invece, per non essere nell'elenco.

Il giorno dell'uscita del mixtape, la Top Ten di Spotify Italia è stata totalmente occupata dalle sue tracce. Il lavoro ha riscosso critiche molto controverse da parte degli ascoltatori: una parte si è congratulata per il ritorno a un mood più cupo, barre più taglienti e soprattutto l'evidente crescita artistica di Pyrex; al contempo un'altra cerchia si è lamentata per i numerosi e discussi featuring, la difficoltà di Wayne di inserirsi in un canzoni che non richiamano molto il suo stile e definendo il throwback "fallito"

DARK

Una canzone che ricorda i tempi di Crack Musica, la più breve del disco ma ottima come introduzione. L'ingresso per l'inferno.

GANG

La traccia dove Wayne è riuscito a inserirsi meglio, richiamando il suo mood psichedelico. A tratti ripetitiva, ma dal primo ascolto mi martella ininterrottamente testa

SAVAGE feat. Tedua

Canzone chill e rilassata. Consigliato l'ascolto mentre si prende il sole. Il primo feat. del mixtape è con Tedua e potrebbe essere l'ultima strofa prima dell'uscita del suo futuro disco (a parole del rapper, già pronto)

PUSSY feat. Lazza e Salmo

Il pezzo è quello che per ora ha fatto più successo, produzione basata su un basso che farebbe ballare anche mia nonna e, soprattutto, porta dei nomi nuovi per la Dark Polo Gang. Mentre Lazza è stato elogiato per la sua strofa, Salmo ha ricevuto diverse critiche dai propri fan che hanno giudicato il featuring "al di sotto delle sue potenzialità".

DARK LOVE GANG feat. Ketama126

Erano anni che non si vedeva una collaborazione 126x777 e ora abbiamo la prova che gli artisti sono comunque in contatto. Il brano è molto melodico ed è l'unico che parla d'amore, un amore un po' travagliato, leggendo fra le barre. Nonostante si parli anche di malavita, il duo Pyrex-Ketama (quest'ultimo ha curato anche la produzione) mi ha fatto scendere una lacrima.

AMIRI BOYS feat. Capo Plaza

Dopo Gang Shit Tony Effe è tornato a collaborare con Capo Plaza. Voglio citare assolutamente il verso "oro giallo al collo sembra piscio".

NO STUPID feat. Boro Boro, Samurai Jay

Il pezzo sarebbe stato un bel singolo di Boro Boro, dato che rientra perfettamente nelle sue corde, ma in un mixtape che aspira a ritornare ai livelli della Trilogy stona assolutamente.

4L feat. MamboLosco

vedi sopra, sostituisci Boro Boro, con Mambo Losco

BIBERON feat. Dref Gold, ANNA

5 artisti, 8 barre a testa, ma non c'è da aspettarsi un Deadly Combination II. Nonostante il mood non rimandi neanche in questa canzone al 2016, è evidente che i rapper romani sovrastino i featuring e, benchè la canzone sia incentrato su metafore sui bambini, il pubblico ha espresso il proprio disappunto verso la barra "Portate rispetto che siete mie figlie, chiamatemi pure mamma" della giovanissima rapper.

#FREETRAFFIK feat. Traffik, Oni One

Il featuring più inaspettato di tutti. Traffik infatti è uscito da pochi giorni dal carcere e da ciò, tralasciando le sonorità molto cupe e il flow di quest'ultimo che ricorda il featuring in Lei mi chiama, si capisce che la traccia sia molto vecchia. Il pezzo ruota intorno alla vita criminale dei rapper e all'arresto dell'amico ed è importante evidenziare la strofa di Oni One, rapper affiliato alla Triplosettte Ent., a testimoniare la vicinanza della DPG con i propri fratelli.

Dopo aver ascoltato l'album per intero, mi sono ritrovato sulla linea di confine dei fan (quindi sicuramente contro i poser) che hanno apprezzato e meno. Non è una novità che negli album della Dark si ritrovino tracce riempitive, ma questo lavoro è allo stesso tempo incoronato da hit assurde e pezzi flop sconnessi con l'album. Infine, dal momento che non ho trovato alcuna ghost tracks con Side Baby (sogni infranti), spero solo che non sia l'ultimo lavoro del collettivo quest'anno.
In ogni caso...




777 LA GANG È PER SEMPRE, LA GANG NON SI INFAMA 777

Credits
Illustrazione di Jasmine Abd El Gelil

Whoops..

Testo del messaggio