DJ Coccoluto - L'intervista
30-04-2020 • Pop • di Sara S
Ciao a tutt*! Eccoci tornati con una nuova intervista, stavolta abbiamo scambiato qualche battuta con Claudio Coccoluto, dj, produttore e conduttore radiofonico!

Luvi: "Per parlare di musica abbiamo chiamato qui con noi Claudio Coccoluto, che è dj, produttore, conduttore radiofonico. Ciao!"

Dj Coccoluto: "Ciao come stai?"

Luvi: "Tutto bene e tu?"

Dj Coccoluto: "Bene e speriamo che il prima possibile staremo bene tutti"

Luvi: "Tu sei a Roma giusto?"

Dj Coccoluto: "Sono a Roma e sono chiuso in casa come tutti, alla stregua del decreto"



Luvi: "Esatto, ricordiamo che sei un nostro vecchio amico e sei venuto alla nostra prima Teen Parade per parlarci di The Dub, questa prima etichetta discografica che tu hai fondato. Intanto tu cosa stai facendo per tenerti occupato in questa quarantena? Stai facendo dj set sul balcone? O ci sono tanti musicisti che stanno facendo le live su Instagram"

Dj Coccoluto: "Il balcone sinceramente non mi ha attirato come soluzione, ho fatto delle dirette dallo studio perchè ho lo studio di registrazione in casa, ma la mia vera occupazione è stata ascoltare i dischi che ancora dovevo ascoltare bene, leggere libri che avevo lasciato indietro, fare cose che avevo immaginato di fare mille volte ma non ero riuscito a fare. Questo mi ha fatto riflettere che viviamo una vita troppo accelerata, è un'occasione per riappropriarsi del tempo perso e anche in futuro trovare uno spazio per questo tempo."

Luvi: "Sicuramente ne usciremo tutti molto cambiati, noi abbiamo letto che in questo momento hai cambiato opinione sui social network, che ora sono l'unico tramite per rimanere in contatto con i nostri amici"

Dj Coccoluto: "Esatto, metre prima erano complementari o più supplementari, ora sono abbastanza centrali nella nostra vita, per comunicare siamo costretti a usarli. Rimane sempre il discorso sull'uso che se ne fa, i social sono degli strumenti e come ho sempre detto un coltello può servire ad ammazzare una persona oppure tagliare una fetta di pane."



Luvi: "Stavamo parlando anche di quest'estate, questa situazione è un peccato per tutti, sia per noi che vogliamo andare ai concerti ma soprattutto per chi ci lavora. Tu hai dovuto posticipare qualche evento? Cosa succederà?"

Dj Coccoluto: "Per noi è una catastrofe, non tanto per noi musicisti affermati, ma per tutta la filiera che c'è dietro il nostro lavoro, dentro a un club lavorano barman, runner, attrezzisti, meccanici... tutti senza lavoro, un comparto totalmente dimenticato dalle istituzioni. Soprattutto non si sa quando saremo ancora in grado di operare. Il discorso di alcuni ministri "riapriranno quando ci sarà il vaccino" a me sembra una condanna a morte, per il settore e chi si esprime facendo attività artistiche o artiginali. Le previsioni più ottimistiche dicono che il vaccino sarà pronto tra un anno, a quel punto scompariranno le discoteche che avranno accumulato debiti, gli artisti dovranno mettersi in coda a cercarsi un altro lavoro"
Luvi: "Sappiamo che tua hai anche un locale a Roma quindi queste cose magari le vivi anche da più vicino. La musica come cambierà dopo questo periodo?"

Dj Coccoluto: "Quando siamo usciti dal famoso periodo degli anni di piombo la gente era in casa per paura di uscire e ritrovarsi in un tafferuglio o sparatoria, è stato un periodo nero, passeggiare significava farsi fermare da carabinieri e polizia per accertamenti, una sorta di stato di guerra. Appena usciti da questa situazione sono esplosi gli anni '80. È stata la scintilla che ha messo in moto un'altra concezione della vita. Io mi aspetto un altro entusiasmo e soprattutto mi aspetto che da questa pausa di riflessione si traggano dei contenuti culturalmente più interessanti. Non ballare la qualsiasi ma musica bella, non concerti show ma cercare il valore artistico in ogni cosa. Questa forma di entusiasmo potrebbe ripagare i danni che sta facendo il fermo."


Luvi: "Quindi sei ottimista"

Dj Coccoluto: "Sono ottimista per la vostra generazione, perchè queste energie sarete voi a metterle. Sono meno ottimista se penso che queste energie dovranno essere attivate dalle istituzioni che ci hanno dimenticato totalmente, quindi se non cambierà qualcosa la situazione diventerà complicata"

Luvi: "Prima hai detto che stai ascoltando molta musica in questo momento, e vediamo che sui social stai usando l'hashtag #lamusicacisalverà. In questo momento qual è la musica che salva te?"

Dj Coccoluto: "Ho un momento di grande consapevolezza, quindi cerco e ricerco le cose che ho lasciato indietro. Ad esempio ho album ancora incellofanati con musica africana, artisti brasiliani, tutte cose che non ti so neanche definire, comprate per curiosità e lasciate lì perchè dovevo trovare il tempo di ascoltarle. E sottolineo curiosità, perchè avendo il tempo di curiosare, di cercare, stimola anche il proprio gusto a cambiare e diversificarsi. Penso e spero che lo abbiamo fatto un po' tutti, chi nei libri chi nei dischi. La musica è totale. Ho ascoltato anche tanta trap perchè cerco di entrare nel mood per non finire nella schiera dei vecchietti che criticano a prescindere."



Luvi: "Dicci un po' il tuo trapper preferito visto che ne hai ascoltati un po'"

Dj Coccoluto: "Forse dovrei dire Gemitaiz perchè mi ha citato in un suo testo, per non scontentare nessuno"



Luvi: "Nel mondo del cinema si stanno cercando delle alternative per l'estate come il drive-in, per la musica si potrà fare qualcosa di simile?"

Dj Coccoluto: "Non c'è niente che sia un surrogato dell'aggregazione, lo spirito che porta le persone a condividere un evento musicale o cinematografico è importante, perché nel momento in cui balli a fianco di una persona anche uno sguardo può avere tanti significati. È un tipo di emozione che non puoi ritrovare in espedienti per giustificare una certa inattività, una non operosità di chi ci governa rispetto a questo settore, noi siamo sacrificabili. Vanno avanti le fabbriche, il commercio, e il divertimento non è considerato tra le esigenze primarie delle persone. Basta chiedere a un sociologo o psicologo e meglio di me ti dirà che valore ha"

Luvi: "Anche noi ragazzi ci soffriamo quindi capiamo molto per quello che stai dicendo"

Dj Coccoluto: "Ti posso anticipare che cosa succederà se non si escogiteranno soluzioni: partiranno i rave illegali, i party illegali, gli eventi illegali. Si creerà un contesto molto più negativo di quello che cercano di curare "da anni" perchè lo sai che si butta fango sulle discoteche e i concerti da sempre"

Luvi: "Di sicuro tu ne sai molto più di noi che non abbiamo una visione dei retroscena. Ci hai dato un sacco di spunti di riflessione, grazie mille per esser stato con noi, ciao!"

Dj Coccoluto: "Grazie a voi, sempre con Radioimmaginaria, sempre fedele. In bocca al lupo ragazzi!"

Whoops..

Testo del messaggio