Don't Ask - L'intervista
23-04-2020 • Pop • di Elena (Toscanella)
Come vaaaa? Ci siamo fatti due chiacchiere a distanza con Nacho, in arte Mardom, che conosciamo bene ormai e il suo amico nonchè musicista Alberto, entrambi nella band "Don't Ask". Potete leggere l'intervista o ascoltarla dal link sotto a partire dal minuto 33:25 ;)

Luvi: "Ciao ragazzi siamo su "Coronao-Now: il contagio come va?" Siamo in compagnia di due musicisti, Nacho in arte Mardom e Alberto, come va ragazzi?"

Mardom: "Ciao ragazzi tutto bene grazie!"

Luvi: "Alberto, Nacho, voi due insieme avete registrato una cover di una canzone di Ed Sheeran che si chiama "I See Fire" che è molto bella. Raccontateci un po' cosa avete fatto, per esempio, Alberto, cosa hai fatto tu in particolare?"

Alberto: "Innanzitutto ciao a tutti... diciamo che il progetto di questa band è nato grazie a Nacho e anche altri ragazzi, in totale eravamo 6, di cui 3 polacchi e 2 spagnoli, tra cui Nacho, e io, l'unico italiano. Tra l'altro io sono entrato per caso, perché già la band si era creata"


Luvi: "Ok ma voi da questi angoli remoti dell'Europa, come vi siete incontrati?"

Alberto: "Eravamo tutti in ERASMUS a Spalato, in Croazia, e ci siamo conosciuti lì fin da subito. Però ancora il progetto musicale non era nato.


Luvi: "Certo, e voi allora avete deciso di fare questa cover, ma perché proprio questa canzone?"

Alberto: "Questa canzone l'abbiamo scelta tutti insieme però sotto proposta di non mi ricordo chi"

Mardom: "Questa canzone l'avevamo già fatta prima, quando a ottobre/novembre ci siamo incontrati per fare alcuni concerti e abbiamo deciso di fare qualcosa per ricordare questo e quindi "I See Fire" credo sia stata la prima canzone che abbiamo fatto. E anche perché le parole credo siano abbastanza buone per il periodo del corona virus, perché parla di fraternità, di essere insieme quando ci sono alcune cose cattive, aiutandosi."

Luvi: "Ok, ho capito. Quindi voi vi siete conosciuti in ERASMUS, avete creato questa band e avete rilasciato la canzone, ma perché proprio adesso? È per il motivo che mi hai appena detto?"

Alberto: "E' uscita adesso perché innanzitutto abbiamo dovuto aspettare un po' di tempo per il mixaggio della canzone e anche per la preparazione del video, principalmente per questo motivo."


Luvi: "Tu, Alberto, che cosa facevi in particolare all'interno della canzone, abbiamo visto che Nacho cantava, tu invece?"

Alberto: "Io suono il basso"



Luvi: "Ok, quindi eravate un bassista, e poi? Com'erano gli strumenti?"

Alberto: "C'erano due violinisti, una viola e altre due chitarre"


Luvi: "Volevo chiedere un po' a tutti e due se avete trovato qualcosa da fare anche a casa adesso che magari non potete più suonare tutti insieme, che ne so, suonate qualche altro strumento, tipo pentole, borracce, bacinelle?"

Mardom: "Allora, suonare tutti insieme ora con la quarantena ovviamente non è possibile, anche perché i ragazzi polacchi sono tornati a casa. È per quello che abbiamo realizzato questo, per avere un po' il ricordo di tutto, ora in casa suoniamo da soli, penso."
Luvi: "Nacho, sappiamo che tu stai lavorando a un nuovo album, puoi dirci qualcosa?"

Mardom: "è certo che per gli artisti la quarantena è un momento abbastanza buono per fare musica perché non fai altre cose, quindi sto parlando con un dj per fare una canzone con un po' di soul elettronico; sto anche cercando di cambiare un po' il suono per ottenere una roba più ritmica e più divertente"


Luvi: "Sai già quante canzoni dovrebbero esserci dentro l'album?"

Mardom: "Mi piacerebbe averne più o meno 11/12, ma non si sa perché dipende da molte cose, ma mi aspetto di averne almeno 10/11"


Luvi: "Alcuni artisti hanno un'idea precisa quando fanno un album, decidono il messaggio eccetera, i cosiddetti concept album insomma, il tuo è una cosa del genere?"

Mardom: "è una cosa un po' più diversa ma ho comunque un'idea. Diciamo che in questi anni o scoperto che ho una certa influenza da diversi generi, quindi penso che nel 21esimo secolo non ha senso che un artista si metta solo in uno style, quindi avevo pensato di fare soul, ma tutta la musica di generi diversi: soul elettronico, soul con reggae, jazz, rock. Questa è più o meno l'idea che ho, è per questo che stavo parlando col dj, con diversi musicisti."


Luvi: "Se la quarantena si allungherà tantissimo, cosa vi inventerete per promuovere questo album?"

Mardom: "In Spagna abbiamo abbastanza fortuna perché stanno organizzando un festival online su instagram , ho già suonato in 4, mi sembra. È bene partecipare per aiutare la gente a non annoiarsi"

Luvi: "Tornando alla band, qual è il suo nome?

Alberto: "La band si chiama "Don't ask""


Luvi: "Avete pensato di fare concerti live? Perché molti si trovano e provano su skype tutti insieme, oppure fanno delle live su instagram"

Mardom: "Io credo che ci sarà la possibilità"

Alberto: "Si potrebbe fare"


Luvi: "Durante questa quarantena molta gente si mette a suonare e cantare dai balconi, voi l'avreste fatto se foste stati insieme in Croazia?"

Alberto: "Io lo avrei fatto anche se in realtà sarebbe stato impossibile perché io a Spalato non avevo neanche il balcone e non abitavo vicino a Nacho, potevo solo aprire la finestra e suonare"

Luvi: "Ragazzi vi saluto ascoltandoci la vostra cover, grazie mille per esser stati qui e per quello che fate, ciao!"

Mardom e Alberto: "Ciao grazie a voi!"