La bilancia
Enzimi e fast fashion
16-04-2020 • Eco • di Ludovica Luvi F
Non è grave come sembra. O forse sì.

È passata un'altra settimana e siamo tornati con gli aggiornamenti sul clima! Questa è "La Bilancia" e qui leggerete una buona notizia e una cattiva notizia sulla crisi climatica. Iniziamo?

Quale volete per prima? Quella buona o quella cattiva?
CATTIVA NOTIZIA

Okay ragazzi, adesso siamo tutti a casa e sinceramente non è che dobbiamo andare chissà dove. Ancora meno ci frega di come ci vestiamo perché sfido chiunque ad ammettere che durante la quarantena ha indossato qualcosa che non fosse i pantaloni della tuta o del pigiama.

PERÒ, nonostante questo moltissimi di noi stanno facendo un sacco di shopping online per sfoggiare nuovi look una volta che usciremo.

E questo magari è bello per il nostro armadio ma non certamente per l'ambiente, perché moltissime catene che vendono cose online fanno fast fashion, che è il motivo per cui l'industria della moda è al secondo posto come industria più inquinante del mondo.

Quindi ragazzi mi raccomando, pensiamoci due volte prima di comprare vestiti online!
BUONA NOTIZIA

Gli scienziati hanno creato uno speciale enzima mutante che è in grado di riciclare le bottiglie di plastica nel giro di poche ore.

La compagnia che originariamente è dietro a questa scoperta è Carbios, che subito si è associata con altre due compagnie tipo Pepsi e L'Oréal.

"L'enzima, che è stato inizialmente scoperto dal compostaggio da cumulo di foglie, riduce le bottiglie a particelle elementari chimiche che poi vengono riusate per produrre nuove bottiglie"

Se volete saperne di più leggete qui!

Whoops..

Testo del messaggio