La bilancia
Microplastiche e bottiglie fatte da piante
12-03-2020 • Eco • di Ludovica Luvi F
Non è grave come sembra. O forse sì.

È passata un'altra settimana e siamo tornati con gli aggiornamenti sul clima! Questa è "La Bilancia" e qui leggerete una buona notizia e una cattiva notizia sulla crisi climatica. Iniziamo?

Quale volete per prima? Quella buona o quella cattiva?
CATTIVA NOTIZIA

Secondo gli scienziati, delle microplastiche sono state trovate nella nebbia salina, e questo fa sì che centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti vengano portate a riva ogni anno.

Praticamente i ricercatori hanno scoperto dei piccoli frammenti di plastica nella nebbia salina, e questo fa pensare che vengano espulsi dal mare in bolle.
Steve Allen, co-leader dello studio ha detto "Continuiamo a buttare milioni di tonnellate di plastica nell'oceano tutti gli anni, questa ricerca mostra che non ci staranno per sempre. L'oceano ce le restituisce."
BUONA NOTIZIA

A quanto pare si stanno cercando un sacco di alternative alla plastica, per produrre in modo sostenibile. In particolare le bottiglie di plastica potrebbero presto diventare bottiglie fatte interamente da piante. Infatti moltissime compagnie di bevande stanno pensando di usare dei raccolti coltivati in modo sostenibile per costruirle.

Per esempio in Olanda una compagnia biochimica sta investendo in un progetto che vuole produrre la plastica da piante da zucchero, invece che da combustibile fossile. E questo progetto è già sostenuto da Carlsberg, Coca-Cola e Danone.

Credits

Illustrazione di Jasmine Abd El Gelil