La bilancia
Australia e polvere lavica
27-02-2020 • Eco • di Ludovica Luvi F
Non è grave come sembra. O forse sì.

È passata un'altra settimana e siamo tornati con gli aggiornamenti sul clima! Questa è "La Bilancia" e qui leggerete una buona notizia e una cattiva notizia sulla crisi climatica. Iniziamo?

Quale volete per prima? Quella buona o quella cattiva?
CATTIVA NOTIZIA

Da quando l'Australia ha firmato gli Accordi di Parigi, le più grande 4 banche del paese hanno finanziato progetti relativi ai combustibili fossili che potrebbero cancellare l'obiettivo nazionale di riduzione di emissioni. E anche se le banche rendono pubblici i loro impegni climatici e i loro investimenti, nel frattempo fanno prestiti tre volte superiori per finanziare progetti sul combustibile fossile invece che su fonti rinnovabili.
BUONA NOTIZIA

Il problema della CO2 è doppio. La prima cosa è cercare di produrne il meno possibile. La seconda cosa è cercare di eliminare le quantità che già sono presenti nell'aria, per mantenere l'aumento globale di temperatura sotto i 2°C. E per quanto riguarda questa seconda cosa c'è una tecnica che stanno analizzando che potrebbe risucchiare dall'aria miliardi di tonnellate di diossido di carbonio ogni anno. Questa tecnica sarebbe quella di spargere polvere di roccia lavica sui campi agricoli, che avrebbe anche altri vantaggi come ridurre l'acidificazione e aumentare la fertilità.

Credits

Animazione di Asia Renna