Healness - L'intervista
22-01-2020 • Pop • di Sara S
Hey amici!

Ebbene sì, ho detto amici anche a voi che state pensando "ma chi ti conosce".

A tutti voi amici presentiamo Healness, viene da Savona e ci farà entrare in contatto gli extraterresti... o semplicemente con il nostro io interiore, scopriamolo!
Gabri: "Ciao Healness! Come va? Per iniziare dicci un po', che tipo sei!?!?"

Healness: "Ciao! Bella domanda, alcuni aspetti di me li ho scoperti solo vivendo determinate esperienze, e probabilmente la mia necessità di fare musica (o di creare in generale) rappresenta proprio questo. Per ricordarmi da dove sono passato fermo il momento in una canzone"


Filo: "Qual è il tema di cui ti piace di più scrivere nei tuoi pezzi? Riesci sempre ad esprimerlo come vorresti?"

Healness: "Come ti dicevo prima, la mia esigenza di fare musica deriva appunto da una serie di esperienze che faccio quotidianamente, di cui difficilmente prendo atto con immediatezza. Questa insicurezza trova una sua via di fuga nella scrittura, come se cercassi di giustificarmi o provassi a parlare con qualcuno, e non sempre riesco a metaforizzare in maniera efficace dei concetti di cui non saprei assolutamente parlare nel corso di una conversazione. Negli ultimi tempi ho dimenticato più volte perchè avessi bisogno di tutto questo, e nonostante patisca l'idea di camminare costantemente su una lastra di cristallo posso dire che ad oggi niente mi abbia fatto apprezzare la vita e le piccole cose più della musica"


Filo: "Ma speri che la musica diventi il tuo lavoro o hai in mente un piano b?"

Healness: "Diciamo che attualmente non sarei in grado di immaginare la mia vita al di fuori di questo. Siamo tutti legati dall'esigenza di vivere per ciò che amiamo fare, e attualmente sto cercando di ricordarmi di avere ancora un'età che mi permette di potermi dedicare mente e corpo ai miei progetti"
Chiara: "E tra i tuoi progetti c'è stata anche la colonna sonora del cortometraggio Everyone di Tommi Boom!!! C'è differenza tra scrivere musica per un album e scrivere per un cortometraggio?"

Healness: "Secondo me poca, se non quasi nulla. Al di fuori dell'aspetto prettamente pratico, sono convinto che il processo sia esattamente lo stesso: vivere un'esperienza (reale o mentale che sia), metaforizzarla a proprio modo, e materializzarla in una storia. Ultimamente sto scrivendo delle piccole sceneggiature, con lo scopo di accompagnare il concept musicale, e mi sono reso conto di quanto la creatività cambi solo nel linguaggio"


Gabri: "Ormai tutti ci siamo abituati ad andare superveloci... ci sembra che nei tuoi pezzi invece ci tieni a rallentare il ritmo, ci abbiamo preso?"

Healness: "È esattamente così. Sinceramente vivo molto male questa fretta nella vita di tutti i giorni, in particolar modo l'esigenza di avere sempre tutto subito. Con un particolare occhio di riguardo alla tecnologia, che ci permette di avere tutto ciò che desideriamo con piccoli oggetti costantemente a portata di mano, sono convinto che col passare del tempo si perda sempre più facilmente la necessità di riflettere su una serie di peculiarità umane dalle quali dipendiamo e di cui attualmente ci vergogniamo. Il nostro secolo vive ad una velocità incontrollabile, e non c'è tempo per potersi fermare a dubitare"
Chiara: "Per chiudere una curiosità molto pratica, hai dei segreti per migliorare la voce o la tecnica di scrittura?"

Healness: "Scrivo e canto ogni giorno ma non dedico mai sufficiente attenzione ad alcuni aspetti tecnici che dovrei effettivamente migliorare, tranne quando studio strumento"


Filo: "Anche io canto ogni sera sotto la doccia ma purtoppo non me la sento di osare e cantare da qualche altra parte, per il bene di tutti! Senti a parte farmi duettare con te in tuo pezzo che altri progetti hai prossimamente?"

Healness: "La mia unica aspirazione, attualmente, risiede nel prendere coraggio e portare a termine i progetti che sono stati creati. Materializzare ufficialmente qualcosa è, per quanto mi riguarda, la parte di più difficile della prassi creativa. Inoltre spero di terminare il mio percorso di studi in conservatorio in un tempo logico, e quindi di laurearmi nei primi mesi del 2021! Intanto, quest'anno sto realizzando ciò a cui aspiro da molto, troppo tempo, e che non vedo l'ora di farvi sentire"