Pronti per il futuro
Bologna - 5 dicembre 2019
10-12-2019 • • di Marco R
Bella rega! Oggi sono qui per parlarvi di un evento a cui abbiamo partecipato giovedì 5 dicembre a Bologna. Vi dico già di leggere fino alla fine perchè all'inizio potrebbe sembrare una roba super pallosa ma a noi è piaciuto davvero! La Regione Emilia Romagna ha infatti organizzato al Dumbo Space di Bologna "Pronti per il futuro", un incontro durante il quale gente in giacca e cravatta e boss della Regione hanno discusso insieme dei risultati raggiunti dall'Emilia Romagna nell'ultimo periodo e dei progetti che sono stati scelti per essere attuati nei prossimi mesi.
Voi allora potreste chiedervi che cavolo ci facevamo noi sbarbi lì in mezzo. All'inizio ce lo siamo chiesti anche noi, poi però abbiamo capito che quello che sta succedendo in Regione ci riguarda tantissimo, soprattutto se si parla di futuro. Quindi ci siamo fatti coraggio, abbiamo cercato di capire quello che dicevano e per cercare di rendere tutto più chiaro abbiamo chiamato i boss ai nostri microfoni. Ci siamo anche divertiti! Ecco quello che è venuto fuori!
I primi ospiti che siamo riusciti a catturare sono Palma Costi, assessore alle attività produttive, piano energico, economia verde e ricostruzione post-sisma e Flaviano Celaschi, professore di design all'Università di Bologna. Il problema del sisma è delicatissimo, soprattutto in Emilia Romagna dove tutti ci ricordiamo ancora del terremoto del 2012, per poi non parlare del piano energetico, l'Italia risulta essere uno degli ultimi paesi d'Europa per le politiche green. Palma Costi fa un botto di lavori importantissimi ma lei da sola non può cambiare le sorti del Mondo. Come mai siamo ancora così indietro? In cosa stiamo sbagliando?
Laura Schiff è dirigente al turismo della regione Emilia Romagna mentre Patrizio Bianchi è assessore regionale. Da quando lo abbiamo conosciuto tutte le volte che ci incontriamo parliamo di una figata stratosferica: l'Emilia Romagan diventerà presto una tra le data valley più importanti del mondo.

La data valley è un luogo dove si raccolgono e si rielaborano dati per risolvere problemi di ogni genere, all'inizio non ne sapevamo nulla, ma ad AftER abbiamo capito che il nostro territorio è pieno zeppo di risorse. Patrizio Bianchi ci ha detto che quello che sta succedendo in Emilia Romagna servirà a tutto il mondo e sarà molto utile per risolvere i problemi di tutti...
Poi abbiamo visto lui, non abbiamo creduto ai nostri occhi e come se ci fossimo trovati davanti una creatura mitologica l'abbiamo catturato e l'abbiamo trascinato con Cargo lab. Il pres! Stefano Bonaccini è il presidente della Regione Emilia Romagna, intervistare un presidente fa sempre un certo effetto, soprattutto se si parla della regione nella quale abitiamo. Ma voi lo sapete che cosa fa un presidente della regione? Noi abbiamo capito che:
1 sa tutto di geografia
2 sa tutto di calcio
3 la regione lavora tutti i giorni ed è più vicina di quanto possa sembrare. Sentite qui!
Sapete qual è la differenza tra direttore e presidente? Non preoccupatevi, anche quando ve lo avranno spiegato non capirete lo stesso. Sappiate però che Roberto Righetti, direttore di Art-ER è stra simpatico. Art-ER è l'ente che ha organizzato Pronti per il futuro ma la sua vera passione sono i Beatles. Se gli cantate All you need is love è vostro. Quando lo conoscete ricordatevelo, che John Lennon sia con voi...
Come ultimo ospite è venuto a parlare ai nostri microfoni Stefano Onofri, un imprenditore che con i suoi colleghi ha creato una startup chiamata CUBBIT. Lui di tecnologia sa tutto e quando vi arrabbiate come degli scemi quando il wifi di casa vostra non va, sappiate che lui parla di cloud e data center come se fossero cose che sanno fare tutti. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul mondo dei dati...
Se avete ascoltato tutte queste puntate siete davvero dei santi. Quando si sente parlare di politica e amministrazione si è sempre un po' scettici, ma vi assicuriamo che un evento del genere apre gli occhi. Spesso sentiamo parlare di Regione e la consideriamo una roba lontanissima da noi, dove tutti sono in giacca e cravatta e dove si lavora solo per modo di dire.

In realtà abbiamo capito che nonostante la cravatta intorno a noi stanno succedendo un botto di robe fighissime e la Regione è quasi sempre presente, tipo il grande fratello o la data valley più grande del mondo. In questo noi giochiamo un ruolo importantissimo e il nostro compito e di tutti quelli che lavorono lì è capire su quali progetti investire il nostro futuro, perchè si danno da fare tutti i giorni per noi e per il nostro territorio, e perchè io in cravatta non voglio starci...

Whoops..

Testo del messaggio