Teen Parade 2019
Sbagliare per capire chi siamo
15-11-2019 • • di Marco R
Bella rega! Questa settimana è stata davvero epica. Da martedì 12 a giovedì 14 novembre noi di Radioimmaginaria siamo stati a Genova, a Orientamenti. Lì abbiamo portato Teen Parade, il festival del lavoro spiegato dagli adolescenti. Genova è davvero bellissima, eravamo sotto al Bigo di Renzo Piano e intorno a noi c'erano tantissimi ragazzi che con focacce calde in mano giravano per tutto il Porto Antico per cercare di capirne qualcosa di più sul mondo del lavoro.

Per cercare di risolvere una volta per tutte qualche problema abbiamo inventato il Dibattib-eco, non è un uccello preistorico, non morde e non cambia colore al sole. Le regole sono molto semplici: c'è un argomento difficilissimo, ci siamo noi adolescenti ignorantissimi e ci sono degli ospiti con qualche bella storia pronti per aiutarci. L'obiettivo era quello di chiarirci un po' le idee. Ecco cosa abbiamo imparato. Forse....
14 novembre -Sbagliare per capire chi siamo-

Tutti noi vorremmo realizzare il lavoro dei nostri sogni ma pensiamo che farlo sia difficilissimo.
Avete presente quando dopo un 3 in matematica il prof. dopo la cazziata di turno dice che sbagliando si impara? NO CAVOLO! Come faccio a imparare se continuo a sbagliare? Hanno cercato di risponderci Marco De Rossi, un gran nerd fondatore di WeSchool, la piattaforma di scuola digitale usata da 2 milioni di studenti e 90.000 docenti, Nanna's Garage, una ragazza di 23 anni che nella sua vita aggiusta 500, Matia Pangallo, uno dei fondatori di Fridays For Future Sanremo ed Elena Giorgi, la lettrice geniale che ha trasformato la sua passione per i libri e la lettura in un lavoro.
Dalle storie che ci hanno raccontato i nostri ospiti abbiamo capito che alla fine tutto si può fare! Anche essere rimandati in educazione fisica... Per realizzare i propri sogni sbagliare e capire di avere sbagliato è una cosa fondamentale, in questo la scuola gioca un ruolo di prima importanza. Ma alla fine è la scuola che si deve allargare a farci capire quali sono le nostre possibilità o dobbiamo impegnarci noi a cercare di capirlo facendo esperienze fuori dalla scuola? E' vero che saremo noi a inventarci il lavoro del futuro?
Ed è proprio questo il punto di Teen Parade: capire chi vogliamo essere prima di cosa vogliamo fare. Alla fine la cosa più importante è fare quello che ci piace e che ci sembra essere la nostra strada. Non c'è una scienza esatta per trovare il lavoro al quale siamo più adatti e per qeusto è giusto se a 14 anni non abbiamo ancora le idee chiarissime ma quando sbagliamo non dobbiamo assolutamente demoralizzarci perchè è proprio attraverso gli sbagli che capiamo cosa è giusto fare. Ecco cosa ci hanno detto!

Whoops..

Testo del messaggio