Mia mamma è una prof.
17-10-2019 • Pop • di Marco R
Sono figlio di una prof, e la cosa brutta è che non l'ho deciso io. Cioè sono nato da una prof. che è diventata la mia mamma e a me va bene così perché mia mamma non la cambierei per un lavoro diverso. Essere figli di una prof è strano. La gente te lo chiede e quando rispondi le reazioni possibili sono due: o ti guardano come se fossi parente di un ergastolano e iniziano a prendere le distanze, o iniziano a venerarti come un dio. Io però non sono nè un criminale nè un dio quindi prima di inginocchiarvi ascoltate queste cose.
Immagine temporaneamente non disponibile
Avere la mamma nella stessa scuola non è cosa buona e giusta. È una doppia fregatura: i vostri amici vi scambieranno per raccomandati lecchini e ogni vostro successo sarà giustificato dalla presenza di vostra madre. Ma lo capite o no che è una cosa tragica? Salutate vostra madre a colazione e la incontrate 15 minuti dopo in corridoio. Della serie l'unica cosa più inquitante del grande fratello è la grande mamma, vi osserva, vi controlla e vi rimprovera. OVUNQUE.
Immagine temporaneamente non disponibile
Qualcuno dice che avere la mamma prof è utile per migliorare il rapporto con i propri prof. ALTRA FAKE NIUS! O i vostri prof sono amici di vostra mamma e li troverete a bere un the in salotto o si odiano a vicenda e vi ricorderanno per tutta la vita come il figlio di quella stronza della *nome di prof a piacimento*. In entrambi i casi sarà imbarazzantissimo perché sarete sempre dei sorvegliati speciali e durante le prime settimane di scuola il prof di turno saprà sempre e solo il vostro nome.
Immagine temporaneamente non disponibile
E poi ditemi per quale strana ragione chi è figlio di un prof deve andare per forza bene a scuola. Cioè se mia mamma insegna italiano perché mai dovrei andare bene in chimica? MIA MAMMA NON SA NIENTE DI CHIMICAAAAA. E smettete anche di dire che avere la mamma prof. è utile perché aiuta a studiare. Non è vero cavolo, è come dire che un padre muratore ti fa del cemento armato o uno zio tabaccaio ti regala le sigarette. Non siamo scemi, sappiamo anche noi studiare da soli...
Immagine temporaneamente non disponibile
Quindi se dopo tutto questo vi siete messi a piangere e avete capito che anche noi figli di professori siamo un po' normali, potete inviare dei soldi a www.ancheiprofsannoamare.org ma soprattutto smettete di guardarci male. Vi assicuro che non siamo criminali, non siamo dei, non siamo creature mitologiche e non siamo per forza dei raccomandati. Siamo solo spie inviate dai professori per seminare il panico tra i ragazzi che non hanno una mamma prof.