ON AIR
00:00
00:00
CONDIVIDI QUESTA PUNTATA SU

LINK DIRETTO
OLTRAPE 2019
I nostri santini
(= chi dobbiamo ringraziare se l'ape funziona)
14-08-2019 • Eventi • di Giulia M
In questi giorni, ormai 16 da quando siamo partiti, vi abbiamo raccontato il nostro viaggio, le esperienze che abbiamo fatto, le disavventure, le bottle-battle e l'eco challenge ma uno dei veri protagonisti di questo viaggio è la nostra ApeCar. Senza di lei non ci muoviamo e sopra di lei dobbiamo arrivare a Stoccolma a casa di Greta.

Ieri l'ape si è fermata a causa di un cuscinetto rotto. Abbiamo cercato una soluzione tutto ieri pomeriggio ma qui in Olanda non si trova né il pezzo né chi ce lo può montare. Quindi rimane un'unica soluzione, perché non possiamo perdere un giorno: Renato, il nostro meccanico super esperto di apecar. Gli abbiamo comprato un biglietto aereo e lui ci è salito subito con una valigia di ricambi, qualche mutanda e una maglietta.
Quindi abbiamo pensato che sia ora di presentarvi ufficialmente i nostri angeli custodi, i nostri santini che ci accompagnano sempre e che senza di loro non saremmo neanche partiti. Sono tutte persone vere, che ci hanno e ci stanno aiutando per portare a termine questo viaggio. Noi per averli sempre con noi li abbiamo trasformati in santini veri e propri, stampati e attaccati all'ape.
San Renato dei Borghi è il nostro meccanico espertissimo di ApeCar. Ha sempre lavorato su quelle, le conosce a memoria, può aggiustarle ad occhi chiusi. Si dice che ne abbia maneggiate ed aggiustate più di mille. Di miracoli ne ha fatti parecchi, speriamo che ne compia presto un altro sulla nostra ape.
San Giovanni Grimaudo è l'altro nostro meccanico. Perché due è meglio di uno. Ha il dono dell'orecchio meccanico, che gli fa capire il problema di una macchina o della nostra ape solo ascoltando un messaggio vocale di whatsapp. Divino.
San Tiberio da Trocchi è il nostro elettrauto di fiducia. Pensate che è appena andato in pensione e comunque ci ha checkato tutti i contatti dell'ape. Mai un fanale smetterà di risplendere se lo ha toccato lui.
Come sapete l'ape non è elettrica, va a miscela, fatta con una benzina specialissima che non ha idrocarburi aromatici. Non possiamo mica andare da Greta come degli improvvisati. Quindi ci siamo preparati bene. Ecco i "santini" che ce lo hanno permesso.

San Simone Pausini, di NRG Energia, ci ha fatto il miracolo di montare sull'ape un pannello fotovoltaico. E con la sua protezione, un raggio di sole arriva sempre tra le 12 e le 14 così possiamo avere il massimo dell'energia solare e trasmettere in radio per raccontarvi come sta andando il viaggio.
Ultimo ma non meno importante: San Dario in Catanese, l'ingegnere! Grazie a lui e alla sua azienda, la PM Factory, non solo abbiamo trovato la benzina più ecologica che c'è, ma abbiamo anche una marmitta catalitica che ci fa emettere ancora meno emissioni. Oltre a proteggere noi, protegge anche l'ambiente!
NO, NO, NO!
Per continuare ad utilizzare il nostro sito devi ruotare lo schermo!