ON AIR
00:00
00:00
CONDIVIDI QUESTA PUNTATA SU

LINK DIRETTO
Città nel panico
Scherzone… Goliardico
30-05-2019 • Eventi • di Tacitu
Forse vi è capitato vedere degli storti girare per la vostra città. Capisco che dicendo così coinvolgerei il 99,99% della popolazione (tu sei lo 0,01% <3 ) ma sto parlando di storti molto particolari. Hanno un cappello buffo (e bellissimo), indossano mantelli e collane strane e sono molesti... al punto giusto: goliardi.
(Inno goliardico alle matricolari di Perugia, lo spiego dopo cosa sono le matricolari)

Non avrete mai sentito parlare della goliardia, evito domande retoriche (se ne hai sentito parlare mandaci una email, ti do un bacino). La goliardia è una tradizione universitaria, nata a Bologna un sacco di tempo fa, per farla molto breve. Non sono brutte persone, diciamo che sono studenti che passano il tempo libero a divertirsi a modo loro, con questo enorme "gioco di ruolo" e fiotte di alcol.
(Goliardi bolognesi con il Presidente della Repubblica Mattarella qualche anno fa. Quello con il manto bianco è l'attuale capocittà di Bologna, allora capoballa dell'Eccelsa Balla del Nettuno).

Beh forse non sapete che almeno una volta l'anno diventano padroni della vostra città, sono i giorni delle Feriae Matricolarum. Bologna è stata data in mano a questi folli dal 24 al 26 di Maggio (nella foto di copertina vengono date le chiavi di pane della città al capocittà). Non posso farvi troppi spoiler ma ci sono diversi gruppi (Balle) in simpatica rivalità tra loro. In questi giorni li potevi vedere vestiti da lavoratori, diavoli e altre cose random.
(Goliardi dell'Eccelsa Balla del Nettuno in sfilata in centro a Bologna durante le matricolari)

Potrei dirvi un sacco di altre cose ma... nah. Troppe robe e non ne so niente io. In goliardia più cose sai, meno bevi, più riesci a vincere discussioni con altri goliardi. Perché è questo il punto, sotto la grande e spessa coltre di alcol, prese per il culo, ordini, nobili, popolani e tanti, e dico tanti, discorsi su pene e vagina c'è questo: vince chi riesce retoricamente a metterla nel culo (perdonate il francesismo eh) agli altri... e divertirsi. Ci sono un sacco di regole non scritte e ognuna di queste è evitabile in un modo o nell'altro, se non riesci a scappare dalle tue "responsabilità" è scazzo. E poi i cazzi sono tuoi.
(Inno goliardico alle matricolari di Roma)

Spero di essere stato sufficientemente confusionario. Per quanto sia una cosa universitaria anche al liceo puoi entrare in questo simpatico mondo, inizia la tua coraggiosa ricerca o prode minus quam merdam considerabilis! Alla fine delle tue ricerche avrai un buonissimo biscotto.
P.s: i canti goliardici poi sono bellissimi.
NO, NO, NO!
Per continuare ad utilizzare il nostro sito devi ruotare lo schermo!