ON AIR
00:00
00:00
CONDIVIDI QUESTA PUNTATA SU

LINK DIRETTO
Fridays for Future: istruzioni per l'uso
13-03-2019 • Eventi • di Marco R
Venerdì 15 marzo sarà il Fridays for Future, All 4 All - o tutti o nessuno
Migliaia di ragazzi in giro per tutto il mondo scenderanno in piazza a protestare contro il problema climatico e ogni redazione di Radioimmaginaria farà una diretta di 10 minuti per spiegare come si è svolto questo giorno nella propria città.

Una delle cose più affascinanti e significateve della protesta è che ogni manifestazione è caratterizzata da veri e propri gesti destinati a diventare il simbolo di un intero movivento.
Quindi se venerdì vedete gente sdraiata, con le braccia dietro la testa o un bavaglio sulla faccia non proccupatevi! Non si sono drogati, stanno solo protestando.
Ecco alcuni dei gesti più forti e importanti delle proteste avvenute negli ultimi anni.
Il cuore
Non è l'esultanza di un calciatore e non è il saluto in stazione di due innamorati. E il simbolo ideato dai 250mila ragazzi che il 2 marzo si sono ritrovati a Milano per una marcia solidale per dire di no al razzismo e a chi chiude le porte ai migranti.
Mani sulla città
Il 7 dicembre un gruppo di poliziotti ha fatto inginocchiare con le mani dietro la testa alcuni studenti che stavano pacificamente protestando contro la riforma dell'educazione francese. Questa posizione è diventata nelle manifestazioni il simbolo della protesta dello Stato.
Quattro
R4BIA, è il simbolo usato dai Fratelli musulmani nel 2013 per protestare contro il colpo di Stato che ha deposto il presidente Morsi. Rabia è il nome della piazza egiziana dove i militari uccisero più di 600 sostenitori di Morsi.
Triangolo
Viene direttamente dalla Spagna dove l'8 marzo 375mila persone sono scese in piazza a Madrid per manifestare contro l'elevatissimo tasso di femminicidi.
Ombrello
No! Non vuol dire vaffanculo. Il simbolo è stato inventato dall'attivista democratico Joshua Wong finito ingiustamente in carcere perché manifestava con le spalle rivolte contro la bandiera cinese. A causa degli ombrelli usati dai manifestanti all'inizio della protesta la manifestazione è passata alla storia come rivoluzione degli ombrelli.
In ginocchio
Nel 2016 a San Francisco un ragazzo scelse di non alzarsi durante l'inno americano. Stare con un ginocchio per terra da quel giorno significa protestare contro l'America di Donald Trump per la discriminazione dei neri.
Vittoria
Vittoria contro la violenza, è il simbolo di una protesta avvenuta a Istanbul nel 2015 per protestare contro alcune esplosioni avvenute ad Ankara nel corso di una manifestazione pacifica che chiedeva la fine delle violenze tra curdi e turchi.
Hunger games
In Thailandia migliaia di ragazzi si sono coperti le labbra con dei cerotti rossi e la mano sollevata simbolo di Hunger games per protestare contro la mancanza di libertà di espressione. Il gesto è stato censurato poco dopo la protesta.
Noi di Radioimmagianaria abbiamo decisio di chiamare questo evento All 4 all - o tutti o nessuno, perchè se non ci mettiamo tutti a dire la nostra nessuno ci sentirà.
Noi siamo pronti, puntiamo anche su di voi.

Stay tuned
NO, NO, NO!
Per continuare ad utilizzare il nostro sito devi ruotare lo schermo!