La scuola di Elon Musk
Cioè nel senso - La scuola di Elon Musk
15-11-2021 • Detective • di Redazione
Bella rega! Questo è "Cioè nel senso" lo spazio di Radioimmaginaria interamente dedicato ai giornalini scolastici. Allora, funziana così: ogni settimana selezioniamo un giornalino scolastico tra tutte le scuola d'Italia e vi facciamo leggere qui sotto l'articolo che ci è piaciuto di più.

Questa volta abbiamo deciso di scegliere Team 21, giornalino dell'IISS Lercara Friddi in provincia di Palermo.

L'articolo si chiama "La scuola di Elon Musk".
Noi redattori di Team 21 siamo stati particolarmente colpiti dall'invenzione di un multimiliardario: Elon Musk. Quest'ultimo è stato il fondatore di Tesla, Space x e co-fondatore di Paypal, ed è nato e vissuto in Sud Africa fino ai 17 anni, poi dai 17 ai 24 ha intrapreso gli studi presso l'università in Canada e dai 24 fino a oggi si è trasferito in California. Elon aveva come piano originario quello di fondare una scuola esclusivamente per i suoi cinque figli, ma adesso è anche aperta ai figli dei suoi collaboratori.

Elon si trovava in disaccordo con le scuole "tradizionali", perché avevano un'idea di educazione diversa da quella sua. La scuola in questione si chiama "Ad astra" (Fino alle stelle), che non è divisa in fasce di età (elementari, medie e superiori) e non ci sono voti. Nessun corso è obbligatorio, quindi tutti i bambini partecipano alle lezioni frequentando la stessa classe.
Il magnate ritiene che il primo punto per una buona scuola sia che l'educazione non debba essere opprimente, ma debba seguire le attitudini e le qualità di ogni ragazzo: infatti, ci saranno alcuni a cui piace la matematica, ad altri la musica, ad altri ancora le lingue e quest'attitudine porterà ad un miglioramento delle abilità cognitive. E' impressionante il fatto che possa veramente esistere una scuola del genere, fuori dagli schemi, rendendo così l'istruzione non un sforzo immane che lo studente deve affrontare, ma un piacere, tale da migliorare le proprie abilità, mirando quindi a svolgere un compito o un lavoro di qualità che potrà portare progressi nella società.

Mi raccomando, se anche la vostra scuola ha un giornalino scolastico scriveteci una mail a [email protected] La prossima volta leggeremo sicuramente il vostro! Ci sentiamo la prossima settimana, ciaooooo!

Illustrazioni di Claudia