La bilancia
La bilancia: una notizia buona e una cattiva riguardo all’ambiente. Stop alla deforestazione entro il 2030
04-11-2021 • Eco • di Ludovica Luvi F
Non è grave come sembra. O forse sì.

È passata un'altra settimana e siamo tornati con gli aggiornamenti sul clima! Questa è "La Bilancia" e qui leggerete una buona notizia e una cattiva notizia sulla crisi climatica. Qui potete trovare l'articolo della settimana scorsa. Iniziamo?

Quale volete per prima? Quella buona o quella cattiva?
BUONA NOTIZIA


La COP26 è iniziata, il che vuol dire che per un po' ve ne parleremo. Arrivano subito buone notizie, perché, come ci racconta questo articolo della BBC, 100 leader mondiali hanno promesso di mettere fine alla deforestazione entro il 2030. Tra i paesi che aderito c'è anche il Brasile, dove c'è la Foresta Amazzonica, e in generale questa promessa costerebbe attorno ai 19 miliardi di dollari. Non proprio come comprare lo shampoo solido, ecco. In totale, tutti i paesi che hanno aderito a questa proposta compongono l'85% delle foreste in tutto il mondo e sembra che un ruolo importante debbano avere le popolazioni indigene che le abitano.
Poi si tratta di capire se si riescono a mantenere le promesse, però intanto è un passo in una direzione positiva.

CATTIVA NOTIZIA

Okay, non so qual è l'ultima volta che ho festeggiato un mio compleanno con dei palloncini, ma tanto meglio. Infatti leggiamo su questo articolo del Guardian che i palloncini di gomma non fanno per niente bene agli animali selvatici e all'ambiente. In particolare, uno studio del 2019 mostrerebbe che i residui dei palloncini sono ciò che è più probabile uccida gli uccelli marini (come per esempio gli albatroz). Anche se in certi casi sono fatti di materiale biodegradabile, ci vuole qualche anno prima che si decompongano completamente. E qualche anno è abbastanza tempo perché qualche animale si strozzi, purtroppo.

Illustrazioni di Gabriela