La bilancia
La bilancia: una notizia buona e una cattiva riguardo all’ambiente. I piccoli successi del passato
28-10-2021 • Eco • di Ludovica Luvi F
Non è grave come sembra. O forse sì.

È passata un'altra settimana e siamo tornati con gli aggiornamenti sul clima! Questa è "La Bilancia" e qui leggerete una buona notizia e una cattiva notizia sulla crisi climatica. Qui potete trovare l'articolo della settimana scorsa. Iniziamo?

Quale volete per prima? Quella buona o quella cattiva?
BUONA NOTIZIA

Lo scopo di questa rubrica è un po' quello di far vedere sia cosa sta andando male sia quello che sta andando bene nella lotta al cambiamento climatico. Ecco, in questo articolo della BBC trovate alcuni dei piccoli successi che ci sono stati a questo proposito:

1. Le piogge acide: negli anni '80 erano un problema gravissimo, ma poi con un'azione coordinata a livello internazionale il livello di emissioni delle sostanze che creavano le piogge acide è sceso un sacco

2. Il buco nell'ozono: sicuramente di questo ne abbiamo sentito parlare anche noi a scuola, ma forse non sappiamo che anche in questo caso le industrie, la politica e gli scienziati si sono venuti incontro e adesso le sostanze chimiche che danneggiano lo strato di ozono sono state scartate

Per saperne di più, leggete qui!
CATTIVA NOTIZIA

Nonostante il lockdown, questo articolo del Guardian ci dice che uno studio delle Nazioni Unite ha mostrato che nel 2020 ci sono stati livelli record delle sostanze che contribuiscono a scaldare il pianeta. Per esempio, la concentrazione di CO2 adesso è del 50% più alta dei livelli prima della Rivoluzione Industriale. O per esempio, i livelli di metano sono più che raddoppiati dal 1750. Se volete saperne di più, cliccate qui. La cosa certa è che alla COP26 avranno un gran bel da fare...


Illustrazioni di Gabriela