A educazione fisica si zappa la terra
Ecco quando all'agraria al posto di educazione fisica abbiamo zappato la terra
29-09-2021 • Pop • di Mattia
Oggi vi racconto la storia di quando ad educazione fisica mi hanno fatto zappare la terra. Era finita l'ora di matematica, mi stavo già assaporando una bella partita di basket con i miei amici, e invece niente. Ad un certo punto arriva il prof. di laboratorio, ci fa uscire dalla palestra, ci fa mettere gli stivali e ci porta nella serra dietro alla scuola a zappare. All'inizio ci sono rimasto un po' così. Della serie, va bene che faccio l'agraria e devo sapere come si lavora la terra ma zappare durante educazione fisica mi sembra un po' esagerato. Poi però appena ho preso la zappa in mano mi sono illuminato, tipo Harry Potter quando prende in mano la bacchetta magica giusta, ed è uscito tutto il contadino che è in me.
Dopo 10 minuti avevo già un buon ritmo, dopo 30 minuti mi stavo lentamente trasformando in un aratro, a 50 minuti io e la zappa siamo diventati letteralmente una cosa sola, tipo Thor e il suo martello. Devo dire che è stata in assoluto una delle lezioni più belle e allo stesso tempo ignoranti della mia vita, ma anche se zappare ti fa sfogare in un modo incredibile si fa davvero una gran fatica. Non ne vale la pena. Per due giorni ho avuto un male che neanche potete immaginarvi, e nemmeno con tutti gli squat del mondo ero mai stato così incriccato. E io che pensavo che all'agraria non si facesse nulla...


Illustrazioni di Elena