Wembrace sport
Il mondo paralimpico al centro con Wembrace sport
23-09-2021 • Detective • di Luvi
L'anima dell'Europa è Bebe Vio. L'ha detto Ursula von der Leyen, la Presidente della Commissione Europea. Dopo questi due anni, in cui fare sport ci è mancato come l'aria e tutti abbiamo voglia di ritornare nelle nostre palestre, o nelle nostre piscine o sui nostri campetti, l'anima dell'Europa è una delle più grandi atlete della nostra generazione. Non una politica, non una scienziata o una dottoressa, ma un'atleta. E non una qualsiasi, una ragazza, poco più grande di me, che ama il suo sport alla follia e che è capace di fare appassionare alla scherma anche chi non ne sa niente.
Tutti vogliono bene a Bebe, perché nonostante quello che ha passato non le manca mai il sorriso, e ogni volta che pensiamo "che figata!" un po' ci sentiamo vicini a lei. E chi le vuole ancora più bene secondo me è il mondo dello sport, ma non solo quello paralimpico. Intendo lo sport tutto intero, quello che iniziamo a Settembre per sentirci come se stessimo prendendo in mano la nostra vita, quello per cui ti alleni tutti i giorni e salti la scuola il sabato perché hai le gare e quello che guardi in televisione con i tuoi amici. Se Bebe dice che lo sport ti aiuta a rinascere ci dobbiamo fidare, anche perchè ce lo dimostra lei stessa tutte le volte che scende in pedana. Anzi, penso proprio che tutti noi ogni tanto dovremmo rinascere, anche quando ci sentiamo a posto con noi stessi e pensiamo che nascere una volta sia abbastanza.
Il 25 Ottobre a Milano ci sarà WEmbrace Sport, un evento pensato dalla stessa Bebe, che avrà come scopo quello di unire insieme atleti olimpici e paralimpici per dimostrare che lo sport "integrato" può essere un modo super efficace per abbattere i pregiudizi legati al mondo paralimpico. A questo evento parteciperanno un sacco di atleti e sarà finalmente l'occasione giusta per unire due facce della stessa medaglia che per troppo tempo abbiamo considerato separate e inconciliabili. Questa si che è una rinascita! Bebe, ti vogliamo davvero un gran bene.