Biles e la denuncia contro i demoni
Biles e la denuncia contro i demoni: vogliamo sentirci al sicuro
23-09-2021 • Detective • di Sofia A
Mettetevi nei panni di una ragazza che ha vissuto un'esperienza orribile. Qualcuno di cui vi fidavate e che doveva proteggervi vi ha fatto del male. Ora siete spaventate e ferite ma con tutto il coraggio del mondo, riuscite comunque a trovare la forza per spiegare cosa è successo e scoprite che la stessa cosa è capitata a centinaia di ragazze come voi sempre per colpa della stessa persona ma senza che nessuno facesse nulla per impedirlo.

Questa persona si chiama Larry Nassar, è l'ex medico della nazionale di ginnastica americana ed è stato condannato nel 2018 per avere molestato sessualmente centinaia di ragazze tra cui anche Simone Biles, l'atleta che già a Tokyo 2020 è diventata simbolo di una lotta estenuante contro la parte più marcia dello sport.
La cosa che in assoluto mi fa arrabbiare e che per certi versi mi fa sentire non al sicuro è che a ferire in modo irrimediabile tutte queste atlete è stato proprio il medico della loro Nazionale, una persona di cui si fidavano e soprattutto a cui avevano messo in mano i loro sogni. Di fronte ad un abuso così malvagio non posso fare altro che chiedermi perché dopo tantissime denunce il caso è stato chiuso solo due anni fa. Non si tratta solo di una persona, ma di un intero sistema, che non è in grado di ascoltare le richieste di aiuto delle persone e che, così facendo, permette a persone come Larry Nassar di rovinare la vita a centinaia di ragazze.

Li in mezzo potevo esserci io, potevi esserci tu, poteva esserci una vostra amica o vostra sorella. Questa cosa deve finire, per ogni ragazza che adesso cammina per le strade con il terrore negli occhi e nel cuore, per ogni ragazza che non riesce più a fidarsi di nessuno, e per ogni ragazza che, non sentendosi più al sicuro, è stata costretta ad abbandonare i sui più grandi sogni. Al mondo dello sport tutto questo fa davvero malissimo.