Come si diventa un calciatore?

Abbiamo intervistato Ivan Squillaci - SG SOCCER!
Pubblicato da Marco R il 30/06/2023 in Pop
Qualche giorno fa abbiamo intervistato Ivan Squillaci che sicuramente molti di voi conosceranno meglio come SG SOCCER! Ogni giorno migliaia di ragazzi seguono su TikTok e su Instagram i suoi tutorial e mentre cercano di riprodurre ogni esercizio nel campetto vicino a casa, anche grazie a lui continuano a sognare di poter diventare, un giorno, calciatori professionisti.

Ivan è un Maestro di Tecnica e un Mental Coah Sportivo e qualche anno fa, per dare l'opportunità a tutti di allenarsi con lui dal vivo, ha fondato SG SOCCER SUMMER CAMP, il primo campus estivo internazionale calcistico dedicato ai ragazzi tra i 6 e i 17 anni. L'edizione di quest'anno si terrà dal 2 al 14 Luglio allo stadio Curotti di Domodossola e si sono iscritti ragazzi da tutto il mondo, dal Canada a Hong Kong. Ecco cosa ci ha raccontato!
Immagine
Ciao Ivan! Ma cosa fa un Maestro di Tecnica? Sei tipo il guru dei calciatori?
Ahahahah in realtà ho sempre sognato anche io di diventare un calciatore, a 24 anni però, per colpa del Morbo di Crohn, sono stato costretto a smettere di giocare. Il calcio era la mia vita e non potevo assolutamente permettermi di abbandonarlo, così ho deciso di mettere a disposizione quello che avevo imparato in tutti gli anni di allenamento ad altri ragazzi, prima sui social, poi con il Camp e sta andando alla grande!

Come funzione l'SG Soccer Summer Camp?
SG Soccer Summer Camp nasce per dare l'opportunità ai ragazzi tra i 6 e i 17 anni di perfezionare la tecnica calcistica. Anche le squadre più importanti d'Italia mandano spesso i ragazzi delle giovanili a svolgere allenamenti con noi. In base alla mia esperienza però mi sono reso conto che, soprattutto quando sei adolescente, prima ancora di migliorare la tecnica bisogna allenare la mente. Nel calcio e nella vita è il modo che hai di pensare e di agire che ti fa fare la differenza.
Immagine
E come si allena la mente?
Ci sono degli esercizi per farlo! La cosa fondamentale però è capire l'importanza dell'attitudine. Per riuscire a realizzare il nostro sogno dobbiamo sempre avere un obiettivo in testa, lavorare su noi stessi per inseguirlo e poi esultare quando siamo riusciti a raggiungerlo, senza mai mollare, un po' come quando si fa gol. È difficile, me ne rendo conto, ma esistono degli allenamenti pensati apposta proprio per questo!

In un certo senso aiutate i ragazzi a raggiungere il loro sogno!
Certo! Poi ovviamente diventare calciatori professionisti è molto complesso... Per quanto tu possa essere bravo ci sono alcune cose che non dipenderanno mai da te. La strada è lunga e bisogna esserne consapevoli. L'obiettivo di un'academy come la nostra è cercare di velocizzare i tempi e mettere a disposizione dei ragazzi l'esperienza di chi lavora già da un po' in questo mondo.
Immagine
Prima hai parlato di attitudine ma nell'ultimo periodo intorno a noi stanno succedendo un sacco di tragedie e circondati da questa atmosfera anche solo trovare un sogno è difficile... Come possiamo fare per non arrenderci?
Stiamo vivendo un momento storico molto difficile e credo che l'unica cosa che possiamo fare sia cercare di trasformare queste difficoltà in punti di forza. Quando mi hanno detto che non sarei più riuscito a diventare calciatore mi è crollato il mondo addosso ma è proprio in quel momento che ho capito di non dovere mollare e di cercare di dare un nuovo senso al mio sogno. Certo, non possiamo sapere cosa ci aspetta nel futuro, per questo dobbiamo vivere il presente e imparare da quello che ci succede intorno. Insegui il tuo sogno, allenati! Poi se non riuscirai ad arrivare in Serie A pazienza, non sentirti mai un fallito. Non è il campionato in cui giochi a renderti un campione, ma il modo in cui ti approcci alle sfide...
calciatori
calcio
corrieredellosport
intervista
ivansquillaci
sgsoccer
sgsoccersummercamp
sport
sportadvisor
summercamp