The Owl House stagione 3

Recensione e cosa è successo alla produzione
Pubblicato da Luna il 28/10/2022 in Nerd
Attenzione: SPOILERS della seconda stagione di The Owl House

La scorsa stagione ci aveva lasciato con un cupo finale quasi da far piangere ad essere onesta, in cui Luz e i suoi amici sono stati costretti a lasciare le Isole Bollenti a seguito della liberazione della potente entità del Collezionista. Così Luz, Amity, Willow, Gus e un appena redento Hunter decidono (si fa per dire) di piombare a casa di quella povera donna della mamma di Luz che nella prima stagione era rimasta sulla Terra.
Dopo questo piccolo brush-up ritorniamo alla terza stagione che si compone di 3 episodi da 45 minuti circa (al contrario delle stagioni 1 e 2 che avevano rispettivamente 19 e 21 episodi, dopo andremo a vedere come mai questo taglio) che usciranno scaglionatamente durante l'anno. Il primo intitolato Thanks to Them si riattacca proprio al finale della seconda stagione. Gli amici "magici" di Luz dovranno quindi affrontare la quotidianità dei ragazzi umani imparando a fare le faccende domestiche (più o meno), a cucinare (anche questo con scarsi risultati) e imparare lo spagnolo utilizzando la perfida app di Duolingo (adoro i riferimenti reali di questa serie). Questa puntata si potrebbe considerare anche come un Halloween Special infatti i personaggi si vestiranno ed andranno ad una festa di Halloween per imparare i "costumi e le usanze umane". Detto questo non voglio spoilerarvi tutto, sta a voi guardarla.
Divisorio a tema The Owl House rappresentante i glifi usati nella serie
Tuttavia abbiamo accennato prima, 3 episodi soltanto in questa stagione? Purtroppo sì e siamo anche "fortunati" se abbiamo avuto l'opportunità di averli. Per chi non è informato sulla situazione ve la spiego molto tranquillamente. Praticamente la Disney ha fatto la stronza e ha cancellato la serie! Il topo bastardo! Scusate il linguaggio ma da fan agguerrita di The Owl House ho il diritto di sclerare un po'.

Le ragioni ufficiali della cancellazione (nonostante la serie avesse delle buone visualizzazioni che erano anche in crescita a seguito dell'uscita della seconda stagione) sono che il programma non si integrava molto con quelli della sua fascia d'età (si tratta di un programma per ragazzi prevalentemente adolescenti) e che troppi "grandi" (tra cui me diciamocelo) lo guardavano. Ragione per me assolutamente stupida e ovviamente di facciata perché adesso non è che ci mettiamo a cancellare Frozen (che per carità adoro) perchè metà delle persone in sala sono genitori.
Dana Terrace, producer, ideatrice e parte del team dei disegnatori del cartone, sul suo canale Reddit Ask Me Anything scrive:

"Anche se abbiamo avuto problemi con la messa in onda in alcuni paesi (e siamo semplicemente banditi in altri), non presumerò malafede contro le persone con cui lavoro a Los Angeles", ha dichiarato Terrace in merito a tutti i contenuti LGBTQ+ .

"Volevano solo farla finita con TOH e questa era l'occasione perfetta per farlo. Anche ottenere gli episodi di consolazione della terza stagione è stato difficile, a quanto pare. Difficile a dirsi, non mi è stato permesso di prendere parte a nessuna conversazione finché non mi è stato solo... detto. Non mi è stato nemmeno permesso di presentare il mio caso"

"Ecco fatto! Non è così malaccio? Mi macina davvero le budella, mi fa ribollire il cervello, mi prende a calci gli stinchi, tutte le cose. Fa schifo ma è quello che è."
Uno dei protagonisti con attorno un pattern di paperelle da bagno
Reazione del tutto giustificabile di zia Dana che (quasi) considerava questa serie come suo figlio. Da parte del pubblico la storia non cambia più di tanto, nell'aria aleggia polemica e delusione contro la Disney su tutti i social. Anche perché non puoi cancellarmi una serie come The Owl House che è letteralmente ciò che avrei desiderato che mi fosse stato proposto da bambina/ragazzina, quando letteralmente ogni 2 mesi nascono nuove serie Marvel come conigli.

Ma siamo sinceri The Owl House era troppo bella per poter continuare a minacciare gli altri prodotti Disney. E la sua cancellazione è ovviamente legittima: così gli altri programmi imparano che rappresentare correttamente la comunità lgbt includendo ben 2 coppie omosessuali (tra cui la protagonista, scandaloso!) e un personaggio non-binary in un cartone per giovani non ti farà fare carriera nella vita.
cartonianimati
danaterrace
disney
disneyplus
lgbt
nerd
nerdate
theowlhouse
theowlhouse3