Born Pink

Personalissima recensione del nuovo album delle Blackpink
Pubblicato da Luna il 18/09/2022 in Pop
E benvenuti su Radioimmaginaria, oggi in via straordinaria sono tornata con nuovo articolo perchè ragazzi è uscito il nuovo album delle Blackpink! Da grandissima fan del gruppo mi non stavo più nella pelle dato che erano due anni che non rilasciavano musica e ora invece boom un sacco di nuovi contenuti nel giro di un paio di mesi. Per chi magari è capitato questo articolo praticamente per caso (bene per voi perché vi si aprirà un mondo bellissimo) le Blackpink sono un gruppo di 4 ragazze: Rosè, Lisa, Jennie e Jisoo nato in Corea del Sud (dico anche "del Sud" per sicurezza perchè qualcuno a volte chiede "del nord o del sud", non so secondo voi?!) nel 2016. Sin dai primi anni il gruppo ha avuto milioni e milioni di fan al seguito, ma ultimamente i loro orizzonti si sono espansi da quando hanno vinto ben 2 MTV Awards quest'anno.
Ma ora torniamo all'album chiamato Born Pink (titolo che trovo molto accattivante), ufficialmente uscito il 16 settembre 2022 e come genere principalmente tratta di canzoni sul tema relazioni e amore. Infatti il gruppo è definito "girl crush" che per i meno esperti sono testi indirizzati ad un potenziale mittente che sarebbe la loro crush.

Canzone di testa di Born Pink è ovviamente Pink Venom esibita anche ai VMAs Awards del 29 agosto. Dal successo che ha avuto è stata trasmessa nelle radio di tutto il mondo (infatti vi sarà sicuramente capitato di sentirla in questo periodo) tranne in Corea stessa che, curiosità, è stata censurata. Infatti nel paese non è consentito nominare brand nelle canzoni per via della pubblicità e invece in Pink Venom vengono citati Chanel e Celine (i brand in cui rispettivamente Jennie e Lisa sono ambasciatrici e modelle).
A seguire c'è Shut Down una brano quasi esclusivamente rap che sto apprezzando tantissimo. Inoltre è piena di citazioni e riferimenti nel videoclip a vecchie canzoni già uscite, cosa che ha scatenato i fan a cercarle tutte.

Il resto delle tracce sono Typa Girl, Yeah Yeah Yeah, Hard to Love, The Happiest Girl e Ready For Love che (tranne la prima) hanno delle vibes molto calme e anche un po' tristi tipiche di Rosè. Infatti in quanto grande Fansè (i fan della cantautrice) sono contentissima che la loro etichetta abbia dato a lei e a Jennie 2 canzoni da scrivere ovvero Yeah Yeah Yeah e Hard to Love. Perchè purtroppo ricordiamo che le Blackpink (come tutti i gruppi k-pop) non possono produrre le loro stesse canzoni, nonostante durante gli anni abbiano provato a scrivere dei testi ma questi non sono (quasi) mai stati accolti.
Ciò che ho più ammirato è quanto le Blackpink continuino ad impegnarsi al massimo per stare vicino ai loro fan e per regalarci ogni volta alcune delle canzoni più orecchiabili mai prodotte, nonostante il loro ambiente lavorativo non sia uno dei migliori.

E questa era un po' la mia panoramica sul nuovo album Born Pink, se non lo avete ancora ascoltato spero di avervi convinto a correre subito a rimediare! Alla prossima!
blackpink
bornpink
frittomisto
kpop
music
pinkvenom
pop