Sono aperte le iscrizione per Prime Minister

Prime Minister, è ora di scendere in campo a giocare
Pubblicato da Madda il 27/01/2022 in Detective
Utopie. Immobile che sbaglia un rigore. Il calcio femminile che viene guardato. La Salernitana che vince lo scudetto. Un arbitro a cui vogliono tutti bene. Donne che capiscono il fuorigioco. E invece le donne, le ragazze, le bambine (oltre ad aver capito il fuorigioco) nella loro vita hanno vinto tutti i campionati e parato tutti i rigori, perché partire dalla serie C e arrivare a battere il Manchester United ti rende più forte, più resiliente, anche più bravo. Vi lancio una sfida, se una di queste campionesse diventasse il capo del nostro governo? Questa non è un'utopia. Un sogno? Sì. Una speranza condivisa? Sì! Esistono donne che non solo ci credono e ci sperano ma hanno creato un loro campionato. Tutti i giorni giocano e tutti i giorni vincono.
Le ragazze di Prime Minister sono riunite in un parco
Foto di Maddalena

Sono aperte le iscrizioni a Prime Minister

Parlo di noi ragazze di Prime Minister, la prima scuola di politica per giovani donne. Quest'anno le iscrizioni terminano il 2 febbraio e potete trovare tutte le informazioni su www.primeminister.it. Lì ho capito che la politica non è solo il Senato o la Camera ma anche l'arbitra di Pescara vittima di revenge porn, la giornalista sportiva palpeggiata in diretta, la giocatrice di calcio non pagata quanto un suo collega uomo, la pallavolista licenziata perché incinta. Loro, tutte, hanno fatto goal, touch down, tiri da 3 punti. Insomma, hanno vinto. Perché dagli spalti, in mezzo agli urli, nessuno le ha ascoltate e allora sono, anzi siamo, scese in campo a giocare.
corriere
corrieredellosport
donne
minister
politica
prime
sport
sportadvisor