La corsa della nutria

In Provincia di Modena hanno dedicato una corsa alle nutrie
Pubblicato da Marco di Sangio il 07/01/2022
Mi chiamo Marco, ho 12 anni e fin da quando sono piccolo mi piace correre. Ho scoperto il podismo un po' di anni fa ma mi è bastata una sola gara per innamorarmi di questo sport. La maggior parte delle corse infatti si svolge su percorsi sterrati, immersi nel verde e correre tra i campi ti fa sentire davvero libero e in connessione con il mondo. Tra le varie gare che ho corso quella che in assoluto mi è piaciuta di più aveva un nome un po' particolare. Si chiamava "La corsa della nutria" e l'hanno chiamata così perchè a Bomporto, il paese in Provincia di Modena dove si svolge la gara, ci sono più nutrie che abitanti.
Da amante degli animali però devo ammettere che avere dedicato una corsa così bella ad un animale come la nutria mi rende super orgoglioso perchè le povere nutrie sono da una vita bullizzate da tutti. Il motivo? Appartengono alla famiglia dei roditori e viste da vicino sembrano dei grossi topi. La situazione però è sfuggita di mano. I castori per esempio sono cugini delle nutrie, ma al contrario di queste sono considerati da tutti animali carini e super pucciosi, questa è un'ingiustizia! La gente nel corso del tempo ha provato in tutti i modi a sterminarle ma cercare di abbatterle è inutile visto che si riproducono continuamente e in pochissimo tempo. Alcuni ci hanno fatto pellicce, altri hanno provato addirittura a mangiarle ma loro non mollano e sono comunque ancora lì, e durante la corsa non è raro vederne qualcuna attraversare la strada. Si ferma sul margine della carreggiata, si mette sulle sue due zampette e ti guarda passare prima di nascondersi di nuovo nella sua tana, come se volesse ringraziarti per essere andato a correre per lei. Durante le corse podistiche succede anche questo...
ambiente
animali
corriere
corrieredellosport
corsa
eco
ecologia
gara
noi
nutria
nutrie
sport
sportadvisor