La bilancia

La bilancia: una notizia buona e una cattiva riguardo alla crisi climatica. Gli ultimi sette anni i più caldi di sempre
Pubblicato da Ludovica Luvi F. il 20/01/2022 in Eco

La bilancia: che cos’è?

Non è grave come sembra. O forse sì.

È passata un'altra settimana e siamo tornati con gli aggiornamenti sul clima! Questa è "La Bilancia" e qui leggerete una buona notizia e una cattiva notizia sulla crisi climatica. Qui potete trovare l'articolo della settimana scorsa. Iniziamo?

Quale volete per prima? Quella buona o quella cattiva?
Il numero sette cerca di scappare dalle fiamme
Illustration by Radioimmaginaria

Cattiva notizia: gli ultimi 7 anni i più caldi di sempre

Secondo i dati raccolti dal sistema satellitare dell'Unione Europea, gli ultimi sette anni sono stati i più caldi di sempre. In particolare nel 2021 in Europa abbiamo vissuto l'estate più calda rispetto a tutte le altre nella nostra zona. Questo è un buon esempio di quanto velocemente agisce la crisi climatica: presi separatamente, i gradi aumentavano di pochissimo, però se li guardiamo nel complesso c'è un buon margine tra le temperature raggiunte in questi anni e quelle precedenti.

Questo è il motivo, come ricordano in questo articolo della BBC, per cui è importante agire subito e soprattutto prendere delle decisioni molto risolute: dobbiamo essere il più ambiziosi possibile per quanto riguarda la crisi climatica.
Un gabbiano sputa fuoco dalla bocca, sullo sfondo tre pianeti a fuoco con i segnali di inquinamento sopra di essi
Illustration by Radioimmaginaria

Buona notizia: alternativa sostenibile a Veganuary per chi mangia la carne

Anche se ormai siamo quasi alla fine, vi ricordiamo che ogni Gennaio un sacco di gente prova a mangiare in maniera più sostenibile. Questo perché esiste una cosa che si chiama Veganuary che consiste nel mangiare cibo vegano per un mese. L'impatto della carne sulla crisi climatica è molto grande, quindi ridurne il consumo può veramente aiutare il pianeta.

Però capiamo se uno ama troppo questo cibo per abbandonarlo completamente. Per questo il Guardian ci racconta una alternativa al Veganuary che si chiama Regenuary: mangiare prodotti che vengono da produttori che usano tecniche regenerative, ovvero un tipo di agricoltura e allevamento più sostenibili.
ambiente
caldo
eco
ecologia
labilancia
reganuary
riscaldamentoglobale
vegano
veganuary